MECCANISMI DEL CREEP DI SABBIE CARBONATICHE BIOCLASTICHE SOTTO COMPRESSIONE 1-D

Valore, B

Risultato della ricerca: Paper

Abstract

Nella nota si illustrano i risultati di uno studio sperimentale, tuttora in corso, sui meccanismi di creep di sabbie carbonatiche bioclastiche sottoposte a compressione monodimensionale. La sperimentazione è stata eseguita su materiale “asciutto” ricostituito in laboratorio ottenuto per stacciatura della sabbia naturale. Per confronto una serie di prove è stata eseguita anche su sabbie di quarzo. Il coefficiente di compressione secondaria aumenta con la tensione verticale applicata, se quest’ultima viene applicata interamente fin dall’inizio, anziché per incrementi successivi. In tutto il campo tensionale esplorato si osservano, tuttavia, oscillazioni che sono legate al fenomeno del crushing che è discontinuo, specie fino a valori della tensione verticale effcicace di 10-15 MPa. Il creep delle sabbie sembra non dipendere soltanto dalla frantumazione e dallo schiacciamento dei grani.
Lingua originaleItalian
Stato di pubblicazionePublished - 2012

Cita questo

@conference{5e4c6ca1628b46959a95fc515121ae52,
title = "MECCANISMI DEL CREEP DI SABBIE CARBONATICHE BIOCLASTICHE SOTTO COMPRESSIONE 1-D",
abstract = "Nella nota si illustrano i risultati di uno studio sperimentale, tuttora in corso, sui meccanismi di creep di sabbie carbonatiche bioclastiche sottoposte a compressione monodimensionale. La sperimentazione {\`e} stata eseguita su materiale “asciutto” ricostituito in laboratorio ottenuto per stacciatura della sabbia naturale. Per confronto una serie di prove {\`e} stata eseguita anche su sabbie di quarzo. Il coefficiente di compressione secondaria aumenta con la tensione verticale applicata, se quest’ultima viene applicata interamente fin dall’inizio, anzich{\'e} per incrementi successivi. In tutto il campo tensionale esplorato si osservano, tuttavia, oscillazioni che sono legate al fenomeno del crushing che {\`e} discontinuo, specie fino a valori della tensione verticale effcicace di 10-15 MPa. Il creep delle sabbie sembra non dipendere soltanto dalla frantumazione e dallo schiacciamento dei grani.",
author = "{Valore, B} and Maurizio Ziccarelli",
year = "2012",
language = "Italian",

}

TY - CONF

T1 - MECCANISMI DEL CREEP DI SABBIE CARBONATICHE BIOCLASTICHE SOTTO COMPRESSIONE 1-D

AU - Valore, B

AU - Ziccarelli, Maurizio

PY - 2012

Y1 - 2012

N2 - Nella nota si illustrano i risultati di uno studio sperimentale, tuttora in corso, sui meccanismi di creep di sabbie carbonatiche bioclastiche sottoposte a compressione monodimensionale. La sperimentazione è stata eseguita su materiale “asciutto” ricostituito in laboratorio ottenuto per stacciatura della sabbia naturale. Per confronto una serie di prove è stata eseguita anche su sabbie di quarzo. Il coefficiente di compressione secondaria aumenta con la tensione verticale applicata, se quest’ultima viene applicata interamente fin dall’inizio, anziché per incrementi successivi. In tutto il campo tensionale esplorato si osservano, tuttavia, oscillazioni che sono legate al fenomeno del crushing che è discontinuo, specie fino a valori della tensione verticale effcicace di 10-15 MPa. Il creep delle sabbie sembra non dipendere soltanto dalla frantumazione e dallo schiacciamento dei grani.

AB - Nella nota si illustrano i risultati di uno studio sperimentale, tuttora in corso, sui meccanismi di creep di sabbie carbonatiche bioclastiche sottoposte a compressione monodimensionale. La sperimentazione è stata eseguita su materiale “asciutto” ricostituito in laboratorio ottenuto per stacciatura della sabbia naturale. Per confronto una serie di prove è stata eseguita anche su sabbie di quarzo. Il coefficiente di compressione secondaria aumenta con la tensione verticale applicata, se quest’ultima viene applicata interamente fin dall’inizio, anziché per incrementi successivi. In tutto il campo tensionale esplorato si osservano, tuttavia, oscillazioni che sono legate al fenomeno del crushing che è discontinuo, specie fino a valori della tensione verticale effcicace di 10-15 MPa. Il creep delle sabbie sembra non dipendere soltanto dalla frantumazione e dallo schiacciamento dei grani.

UR - http://hdl.handle.net/10447/75245

UR - http://www.image.unipd.it/iarg2012/atti/ziccarelli_maurizio.pdf

M3 - Paper

ER -