Lo spazio conteso tra pratiche informali e processi formali

Risultato della ricerca: Article

Abstract

A partire dal 1990 lo spazio pubblico dei quartieri ERP di Palermo è stato interessato da pratiche informali avviate dagli occupanti e residenti (con l’appoggio delle associazioni e dei movimenti locali) e politiche urbane ufficiali avviate dall’Amministrazione comunale. L'articolo attraverso la lente dello spazio pubblico affronta il confronto tra una politica urbana mainstream basata su logiche neoliberiste e autoreferenziali, e una pratica di riappropiazione e risignificazione dal basso avviata dai residenti. Due cammini paralleli e profondamente diversi che difficilmente - e in rari casi – si sono incontrati e che rivelano la storia di una città da sempre contesa tra forze riformiste e spinte contro-riformiste.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)55-57
Numero di pagine3
RivistaURBANISTICA INFORMAZIONI
Volume261-262
Stato di pubblicazionePublished - 2015

Cita questo

Lo spazio conteso tra pratiche informali e processi formali. / Giampino, Annalisa.

In: URBANISTICA INFORMAZIONI, Vol. 261-262, 2015, pag. 55-57.

Risultato della ricerca: Article

@article{be3e6161488641a0919df12396666c9b,
title = "Lo spazio conteso tra pratiche informali e processi formali",
abstract = "A partire dal 1990 lo spazio pubblico dei quartieri ERP di Palermo {\`e} stato interessato da pratiche informali avviate dagli occupanti e residenti (con l’appoggio delle associazioni e dei movimenti locali) e politiche urbane ufficiali avviate dall’Amministrazione comunale. L'articolo attraverso la lente dello spazio pubblico affronta il confronto tra una politica urbana mainstream basata su logiche neoliberiste e autoreferenziali, e una pratica di riappropiazione e risignificazione dal basso avviata dai residenti. Due cammini paralleli e profondamente diversi che difficilmente - e in rari casi – si sono incontrati e che rivelano la storia di una citt{\`a} da sempre contesa tra forze riformiste e spinte contro-riformiste.",
author = "Annalisa Giampino",
year = "2015",
language = "Italian",
volume = "261-262",
pages = "55--57",
journal = "URBANISTICA INFORMAZIONI",
issn = "2239-4222",

}

TY - JOUR

T1 - Lo spazio conteso tra pratiche informali e processi formali

AU - Giampino, Annalisa

PY - 2015

Y1 - 2015

N2 - A partire dal 1990 lo spazio pubblico dei quartieri ERP di Palermo è stato interessato da pratiche informali avviate dagli occupanti e residenti (con l’appoggio delle associazioni e dei movimenti locali) e politiche urbane ufficiali avviate dall’Amministrazione comunale. L'articolo attraverso la lente dello spazio pubblico affronta il confronto tra una politica urbana mainstream basata su logiche neoliberiste e autoreferenziali, e una pratica di riappropiazione e risignificazione dal basso avviata dai residenti. Due cammini paralleli e profondamente diversi che difficilmente - e in rari casi – si sono incontrati e che rivelano la storia di una città da sempre contesa tra forze riformiste e spinte contro-riformiste.

AB - A partire dal 1990 lo spazio pubblico dei quartieri ERP di Palermo è stato interessato da pratiche informali avviate dagli occupanti e residenti (con l’appoggio delle associazioni e dei movimenti locali) e politiche urbane ufficiali avviate dall’Amministrazione comunale. L'articolo attraverso la lente dello spazio pubblico affronta il confronto tra una politica urbana mainstream basata su logiche neoliberiste e autoreferenziali, e una pratica di riappropiazione e risignificazione dal basso avviata dai residenti. Due cammini paralleli e profondamente diversi che difficilmente - e in rari casi – si sono incontrati e che rivelano la storia di una città da sempre contesa tra forze riformiste e spinte contro-riformiste.

UR - http://hdl.handle.net/10447/166387

M3 - Article

VL - 261-262

SP - 55

EP - 57

JO - URBANISTICA INFORMAZIONI

JF - URBANISTICA INFORMAZIONI

SN - 2239-4222

ER -