L'isola che se ne va

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Le università rivestono un ruolo fondamentale per un territorio, oltre ad essere un luogo di alta formazione e quindi di creazione di capitale umano, la letteratura ha evidenziato che tali istituzioni attraverso il knowledge spillover possono talvolta rappresentare il motore dell’innovazione e quindi dello sviluppo economico (Wolfe 2005). Nonostante queste importanti funzioni, per garantirsi le risorse necessarie a portare avanti la propria attività le università italiane hanno un crescente bisogno di sviluppare la propria capacità di allargare il bacino di attrazione degli studenti, in quanto: i) parte della quota base del Fondo di Funzionamento Ordinario (FFO) ricevuta dal Ministero dell’Università e della Ricerca dipende dal numero di studenti; ii) maggiore è la platea studentesca, più ampie saranno le entrate dirette dovute alle contribuzioni; iii) la mobilità in entrata da stati esteri viene incentivata attraverso la quota premiale dell’FFO .Questo lavoro mira a fornire un’analisi esplorativa dei flussi delle matricole in uscita dalla Sardegna verso le regioni del Centro-Nord. Si ritiene infatti che prima di rispondere alla domanda “perché gli studenti vanno via?”, si debba sapere quanti sono e dove vanno. Possedere tale informazione rappresenterebbe infatti un prerequisito per una successiva analisi conoscitiva – che qui non affronteremo per ragioni di spazio – della offerta formativa delle università di arrivo.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteRiflessioni trasversale sopra il capitale umano
Pagine105-112
Numero di pagine8
Stato di pubblicazionePublished - 2020

Cita questo