'L’Iris illyrica'

Risultato della ricerca: Article

Abstract

L’Herbarium anglosassone e alcuni glossari che risalgono allo stesso periodo menzionano tra le piante l’Iris illyrica, una pianta usata in medicina e nella cosmetica. L’Herbarium ripete le parole del Περὶ ὕλης ἰατρικῆς di Dioscoride (I,1) e descrive le qualità medicinali della pianta la cui migliore qualità si diceva provenisse dall’Illiria, ma ricorda anche la straordinaria varietà dei colori dei suoi fiori che si possono paragonare a quelli dell’arcobaleno e la forma delle foglie che sono simili a una spada. La denominazione in anglosassone dell’Iris illyrica, hwatend, attestata solo due volte ha un’etimologia ancora controversa. In questo saggio, sulla scorta delle descrizioni antiche e medievali dell’iris, del costante accostamento di gladiolus a gladium e della iconografia della pianta nei codici dioscoridei e negli erbari, si propone che ags. hwatend valga ‘pungente’ con riferimento alla forma acuminata delle foglie e non ‘eccitante’ con riferimento alle qualità calefacienti della pianta.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)5-30
Numero di pagine26
RivistaRES ALBANICAE
Volume2,1
Stato di pubblicazionePublished - 2013

Cita questo

'L’Iris illyrica'. / Lendinara, Patrizia.

In: RES ALBANICAE, Vol. 2,1, 2013, pag. 5-30.

Risultato della ricerca: Article

Lendinara, P 2013, ''L’Iris illyrica'', RES ALBANICAE, vol. 2,1, pagg. 5-30.
Lendinara, Patrizia. / 'L’Iris illyrica'. In: RES ALBANICAE. 2013 ; Vol. 2,1. pagg. 5-30.
@article{434cab4584f149d1bfba596badadab1a,
title = "'L’Iris illyrica'",
abstract = "L’Herbarium anglosassone e alcuni glossari che risalgono allo stesso periodo menzionano tra le piante l’Iris illyrica, una pianta usata in medicina e nella cosmetica. L’Herbarium ripete le parole del Περὶ ὕλης ἰατρικῆς di Dioscoride (I,1) e descrive le qualit{\`a} medicinali della pianta la cui migliore qualit{\`a} si diceva provenisse dall’Illiria, ma ricorda anche la straordinaria variet{\`a} dei colori dei suoi fiori che si possono paragonare a quelli dell’arcobaleno e la forma delle foglie che sono simili a una spada. La denominazione in anglosassone dell’Iris illyrica, hwatend, attestata solo due volte ha un’etimologia ancora controversa. In questo saggio, sulla scorta delle descrizioni antiche e medievali dell’iris, del costante accostamento di gladiolus a gladium e della iconografia della pianta nei codici dioscoridei e negli erbari, si propone che ags. hwatend valga ‘pungente’ con riferimento alla forma acuminata delle foglie e non ‘eccitante’ con riferimento alle qualit{\`a} calefacienti della pianta.",
keywords = "anglosassone; fitonimi; erbario, iris Illyrica; Dioscoride",
author = "Patrizia Lendinara",
year = "2013",
language = "Italian",
volume = "2,1",
pages = "5--30",
journal = "RES ALBANICAE",
issn = "2279-7173",

}

TY - JOUR

T1 - 'L’Iris illyrica'

AU - Lendinara, Patrizia

PY - 2013

Y1 - 2013

N2 - L’Herbarium anglosassone e alcuni glossari che risalgono allo stesso periodo menzionano tra le piante l’Iris illyrica, una pianta usata in medicina e nella cosmetica. L’Herbarium ripete le parole del Περὶ ὕλης ἰατρικῆς di Dioscoride (I,1) e descrive le qualità medicinali della pianta la cui migliore qualità si diceva provenisse dall’Illiria, ma ricorda anche la straordinaria varietà dei colori dei suoi fiori che si possono paragonare a quelli dell’arcobaleno e la forma delle foglie che sono simili a una spada. La denominazione in anglosassone dell’Iris illyrica, hwatend, attestata solo due volte ha un’etimologia ancora controversa. In questo saggio, sulla scorta delle descrizioni antiche e medievali dell’iris, del costante accostamento di gladiolus a gladium e della iconografia della pianta nei codici dioscoridei e negli erbari, si propone che ags. hwatend valga ‘pungente’ con riferimento alla forma acuminata delle foglie e non ‘eccitante’ con riferimento alle qualità calefacienti della pianta.

AB - L’Herbarium anglosassone e alcuni glossari che risalgono allo stesso periodo menzionano tra le piante l’Iris illyrica, una pianta usata in medicina e nella cosmetica. L’Herbarium ripete le parole del Περὶ ὕλης ἰατρικῆς di Dioscoride (I,1) e descrive le qualità medicinali della pianta la cui migliore qualità si diceva provenisse dall’Illiria, ma ricorda anche la straordinaria varietà dei colori dei suoi fiori che si possono paragonare a quelli dell’arcobaleno e la forma delle foglie che sono simili a una spada. La denominazione in anglosassone dell’Iris illyrica, hwatend, attestata solo due volte ha un’etimologia ancora controversa. In questo saggio, sulla scorta delle descrizioni antiche e medievali dell’iris, del costante accostamento di gladiolus a gladium e della iconografia della pianta nei codici dioscoridei e negli erbari, si propone che ags. hwatend valga ‘pungente’ con riferimento alla forma acuminata delle foglie e non ‘eccitante’ con riferimento alle qualità calefacienti della pianta.

KW - anglosassone; fitonimi; erbario

KW - iris Illyrica; Dioscoride

UR - http://hdl.handle.net/10447/86426

M3 - Article

VL - 2,1

SP - 5

EP - 30

JO - RES ALBANICAE

JF - RES ALBANICAE

SN - 2279-7173

ER -