L'incondizionato e l'ambiguo. A proposito di "lasciate che l'uno e l'altra crescano insieme".

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

Il saggio prende spunto dalla parabola evangelica del grano e della zizzania, per una riflessione sul rapporto tra principio del bene e impronta dell’ambiguo. In dialogo critico con la “saggezza dell’incertezza” (M. Kundera) e attraverso riferimenti a Kant, Nietzsche e alla sensibilità etica post-moderna, ci si domanda se le chances e i rischi che comporta l’ambiguità insita nella condizione esistenziale lascino riconoscere il senso inequivocabile e incondizionato di un dono che interpella. Ovvero un attestarsi del bene di cui l’ambiguo è via di conferma senza potersene fare misura.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)439-457
Numero di pagine19
RivistaFILOSOFIA E TEOLOGIA
Volume3
Stato di pubblicazionePublished - 2019

Cita questo