L’IMPATTO ORDINAMENTALE DEL DECISUM COME FATTORE DI DECISIONE NELLE PRONUNCE DELLA CORTE COSTITUZIONALE

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

Nell’esperienza costituzionale italiana è difficile rintracciare o rinvenire elementidi analisi che muovano dalla nozione di impatto ordinamentale con riferimento allagiurisprudenza costituzionale. Il richiamo all’impatto ordinamentale, tuttavia, appare essere la premessaimplicita di importanti studi sulla giustizia costituzionale e sul ruolo della Cortecostituzionale italiana. È, in particolare, in alcuni importanti studi sul giudizio dilegittimità costituzionale delle leggi (con specifico riguardo a quello in via incidentale)che hanno affrontato i temi del ruolo e dei poteri decisori della Corte e dell’uso dellecategorie del processo costituzionale con riferimento agli effetti, alle forme ed alletipologie delle decisioni della Corte costituzionale, che si richiama la valutazioned’impatto o come modus procedendi del giudice costituzionale nella trattazione dellaquestione di legittimità costituzionale o come modus decidendi della stessa Corte.Ora, date queste prime considerazioni, se è possibile astrattamente postulare chequalsiasi pronuncia della Corte costituzionale, resa nell’esercizio di qualsiasi attribuzionead essa spettante, abbia un sicuro impatto ordinamentale, questa analisi è stata condottaconcentrandosi essenzialmente sul giudizio di legittimità costituzionale delle leggi.La ragione di questa scelta risiede nella considerazione che è proprionell’esercizio di questa attribuzione che si pone innanzitutto il problema del ricorso aquesto genere di valutazioni incidenti sulla scelta del decisum, valutazioni che sembranocollocarsi al confine del mondo delle categorie e delle nozioni giuridiche.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)1-29
Numero di pagine29
RivistaGRUPPO DI PISA
Volume2017
Stato di pubblicazionePublished - 2017

Cita questo