Leonardo Sciascia, giornalista "malgrado tutto"

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Nell’attività letteraria di Sciascia, ma altresì nel suo stesso definirsi e pensarsi ‘scrittore’, sarebbe fuorviante distinguere il romanziere dall’elzevirista, il saggista dal polemista, il letterato dal commentatore. Se l’intellettuale, secondo Sciascia, si colloca statutariamente all’opposizione, e se finanche l’invenzione romanzesca va intesa e praticata quale inchiesta sul potere, quale denuncia del potere stesso –quand’anche sotto specie letteraria–, i giornali sono allora la necessaria tribuna dalla quale far sentire la propria voce e la prosa giornalistica una forma distinta ma non disgiunta da quella d’invenzione. Questo saggio ripercorre la pluriennale attività di pubblicista, corsivista, recensore, titolare di rubriche, autore di pubblicazioni apparse a puntate sulla stampa, di reporter e di direttore responsabile, per quotidiani, periodici e riviste, dello scrittore di Racalmuto.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteParola di Scrittore. Letteratura e giornalismo nel Novecento
Pagine617-634
Numero di pagine18
Stato di pubblicazionePublished - 2010

Serie di pubblicazioni

NomeImpronte

Cita questo