[Legionella spp. contamination in indoor air: preliminary results of an Italian multicenter study]

Maria Valeria Torregrossa, Maria G.Razia Deriu, Francesca Pennino, Osvalda De Giglio, Giorgio Liguori, Marco Guida, Ada Giuliano, Stefano Tardivo, Pasqualina Laganà, Maria R.Osaria Villafrate, Cesira Pasquarella, Maria V.Aleria Torregrossa, Ida Mura, Maria L.Uisa Cristina, Ida Torre, Christian Napoli, Maria T.Eresa Montagna, Angelo Rossini, Roberto Albertini, Lucia CannovaSanti A.Ntonino Delia

Risultato della ricerca: Article

17 Citazioni (Scopus)

Abstract

Obiettivo. Rilevare la presenza di Legionella spp. nell’aria attraverso un protocollo standardizzato, a fianco dei tradizionali metodiimpiegati per la rete idrica.Disegno. In dieci strutture sanitarie è stato selezionato un bagno, la cui acqua presentava una contaminazione da Legionella >1.000unità formanti colonie (ufc)/litro. La contaminazione dell’aria è stata valutata tramite campionamento attivo (Surface Air System,SAS) e passivo, impiegando piastre di sedimentazione per la valutazione dell’Indice Microbico Aria (Index of Microbial Air, IMA).I campionamenti sono stati effettuati per 8 ore consecutive, a circa 1 m dal pavimento e a 50 cm dal rubinetto. Con il campionamentoattivo, 200 litri di aria erano aspirati ogni 12 min, dopo flussaggio dell’acqua per 2 min. Il valore IMA era calcolato comevalore medio di ufc/16 piastre esposte nel corso del campionamento (due per ogni ora). La contaminazione dell’acqua è statavalutata al tempo zero, dopo 4 e 8 ore, secondo le procedure descritte nelle linee guida del 2000.Risultati. Legionella spp. è stata rilevata nell’aria di tre strutture sanitarie (in una con il metodo SAS, in due con il metodo IMA),la cui contaminazione idrica è risultata compresa tra 1.100 e 43.000 ufc/l (mediana=40.000). I restanti sette ospedali hannoriportato una contaminazione da Legionella solo nell’acqua (mediana=8.000; range 1.200-70.000 ufc/l), mai nell’aria circostante.Conclusioni. I nostri dati suggeriscono che la valutazione della contaminazione ambientale da Legionella spp, quando effettuataesclusivamente attraverso il campionamento dell’aria, può portare a una sottostima del rischio, anche in presenza di un elevatogrado di contaminazione idrica
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)62-65
Numero di pagine4
RivistaEpidemiologia e prevenzione
Volume38 (6suppl.2)
Stato di pubblicazionePublished - 2014

All Science Journal Classification (ASJC) codes

  • Epidemiology
  • Public Health, Environmental and Occupational Health

Cita questo

Torregrossa, M. V., Deriu, M. G. R., Pennino, F., De Giglio, O., Liguori, G., Guida, M., Giuliano, A., Tardivo, S., Laganà, P., Villafrate, M. R. O., Pasquarella, C., Torregrossa, M. V. A., Mura, I., Cristina, M. L. U., Torre, I., Napoli, C., Montagna, M. T. E., Rossini, A., Albertini, R., ... Delia, S. A. N. (2014). [Legionella spp. contamination in indoor air: preliminary results of an Italian multicenter study]. Epidemiologia e prevenzione, 38 (6suppl.2), 62-65.