Le Stanze dei Vescovi al Museo Diocesano di Palermo. Il riordinamento espositivo per il nuovo percorso

Pierfrancesco Palazzotto, Pierfrancesco Palazzotto

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

Il contributo illustra l’allestimento del nuovo Museo Diocesano di Palermo prendendo le mosse dalla storia del museo, descrivendo i criteri tipologici, tematici e cronologici utilizzati per i precedenti assetti negli anni 1927 (anno della fondazione), 1952 e 2004.Il progetto di ordinamento segue ai lunghi lavori di restauro del Palazzo Arcivescovile, integrando nel percorso il piano nobile secondo la tipologia della casa museo. Si vogliono così creare due canali di comunicazione museale, uno tradizionale e uno dissimulato nell’ambito delle splendide decorazioni e nei fastosi arredi del palazzo, fondato nel secondo quarto del XV secolo dall’arcivescovo Simone Beccadelli di Bologna (1434-1445).I ritratti degli arcivescovi di Palermo segnano l’itinerario e identificano il luogo ove si trova il museo, ricordando l’importante ruolo anche politico dei vescovi di Palermo, talvolta anche Viceré di Sicilia.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)474-478
Numero di pagine5
RivistaArte Cristiana
Volume106
Stato di pubblicazionePublished - 2018

All Science Journal Classification (ASJC) codes

  • Visual Arts and Performing Arts
  • Religious studies

Cita questo