Le scelte localizzative dei grandi spazi commerciali: effetti economici, sociali ed ambientali

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

I processi di suburbanizzazione commerciale in atto ormai da decenni in diversi scenari urbani non soltanto hanno ridisegnato i modelli e i luoghi di consumo, scompaginando la dialettica tradizionale centro/periferia, ma hanno anche plasmato un’inedita configurazione degli spazi urbani e periurbani, in particolare dei loro modelli di organizzazione e dei processi di produzione e consumo di risorse.La coscienza sempre più diffusa dell’importanza della sostenibilità, declinata in ambito economico, sociale e ambientale, rende necessaria una riflessione sugli effetti prodotti dai grandi luoghi del commercio sul sistema ecologico e antropico in cui insistono.Al di là di una vasta gamma di tipologie, modelli e pattern di utilizzo, i grandi luoghi del commercio periferici, infatti, condividono una caratteristica, ovvero un consistente impatto territoriale che si traduce normalmente nel consumo di spazi rurali a ridosso della città, alterandone equilibri ecologici e antropici sedimentati negli anni, per restituirli, come si comincia a leggere nelle realtà territoriali più mature, come nuovi elementi di “vuoto” extraurbano. Inoltre, gli outlet e gli shopping center consumano notevoli quantità di energia e acqua, oltre a produrre rifiuti e a incidere, in particolari periodi dell’anno, sulla distribuzione e l’entità dei flussi veicolari. Inserito nel quadro teorico degli studi geografici relativi alla localizzazione dei luoghi del commercio e ai loro effetti sul territorio, il presente lavoro mira a valutare le implicazioni relative al consumo di risorse naturali prodotte da outlet e shopping center situati in diverse aree della Sicilia, attraverso un’analisi geo-territoriale che ne evidenzi sia le criticità che le best practice elaborate dagli attori locali pubblici e privati al fine di arginare gli impatti negativi in termini di sostenibilità ambientale ma anche sociale.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteCity, Retail and Consumption
Pagine259-291
Numero di pagine33
Stato di pubblicazionePublished - 2015

Cita questo

Le scelte localizzative dei grandi spazi commerciali: effetti economici, sociali ed ambientali. / Mercatanti, Leonardo.

City, Retail and Consumption. 2015. pag. 259-291.

Risultato della ricerca: Chapter

@inbook{10cb9f9469524e238e7a2032fc443e81,
title = "Le scelte localizzative dei grandi spazi commerciali: effetti economici, sociali ed ambientali",
abstract = "I processi di suburbanizzazione commerciale in atto ormai da decenni in diversi scenari urbani non soltanto hanno ridisegnato i modelli e i luoghi di consumo, scompaginando la dialettica tradizionale centro/periferia, ma hanno anche plasmato un’inedita configurazione degli spazi urbani e periurbani, in particolare dei loro modelli di organizzazione e dei processi di produzione e consumo di risorse.La coscienza sempre pi{\`u} diffusa dell’importanza della sostenibilit{\`a}, declinata in ambito economico, sociale e ambientale, rende necessaria una riflessione sugli effetti prodotti dai grandi luoghi del commercio sul sistema ecologico e antropico in cui insistono.Al di l{\`a} di una vasta gamma di tipologie, modelli e pattern di utilizzo, i grandi luoghi del commercio periferici, infatti, condividono una caratteristica, ovvero un consistente impatto territoriale che si traduce normalmente nel consumo di spazi rurali a ridosso della citt{\`a}, alterandone equilibri ecologici e antropici sedimentati negli anni, per restituirli, come si comincia a leggere nelle realt{\`a} territoriali pi{\`u} mature, come nuovi elementi di “vuoto” extraurbano. Inoltre, gli outlet e gli shopping center consumano notevoli quantit{\`a} di energia e acqua, oltre a produrre rifiuti e a incidere, in particolari periodi dell’anno, sulla distribuzione e l’entit{\`a} dei flussi veicolari. Inserito nel quadro teorico degli studi geografici relativi alla localizzazione dei luoghi del commercio e ai loro effetti sul territorio, il presente lavoro mira a valutare le implicazioni relative al consumo di risorse naturali prodotte da outlet e shopping center situati in diverse aree della Sicilia, attraverso un’analisi geo-territoriale che ne evidenzi sia le criticit{\`a} che le best practice elaborate dagli attori locali pubblici e privati al fine di arginare gli impatti negativi in termini di sostenibilit{\`a} ambientale ma anche sociale.",
author = "Leonardo Mercatanti",
year = "2015",
language = "Italian",
isbn = "9788867191109",
pages = "259--291",
booktitle = "City, Retail and Consumption",

}

TY - CHAP

T1 - Le scelte localizzative dei grandi spazi commerciali: effetti economici, sociali ed ambientali

AU - Mercatanti, Leonardo

PY - 2015

Y1 - 2015

N2 - I processi di suburbanizzazione commerciale in atto ormai da decenni in diversi scenari urbani non soltanto hanno ridisegnato i modelli e i luoghi di consumo, scompaginando la dialettica tradizionale centro/periferia, ma hanno anche plasmato un’inedita configurazione degli spazi urbani e periurbani, in particolare dei loro modelli di organizzazione e dei processi di produzione e consumo di risorse.La coscienza sempre più diffusa dell’importanza della sostenibilità, declinata in ambito economico, sociale e ambientale, rende necessaria una riflessione sugli effetti prodotti dai grandi luoghi del commercio sul sistema ecologico e antropico in cui insistono.Al di là di una vasta gamma di tipologie, modelli e pattern di utilizzo, i grandi luoghi del commercio periferici, infatti, condividono una caratteristica, ovvero un consistente impatto territoriale che si traduce normalmente nel consumo di spazi rurali a ridosso della città, alterandone equilibri ecologici e antropici sedimentati negli anni, per restituirli, come si comincia a leggere nelle realtà territoriali più mature, come nuovi elementi di “vuoto” extraurbano. Inoltre, gli outlet e gli shopping center consumano notevoli quantità di energia e acqua, oltre a produrre rifiuti e a incidere, in particolari periodi dell’anno, sulla distribuzione e l’entità dei flussi veicolari. Inserito nel quadro teorico degli studi geografici relativi alla localizzazione dei luoghi del commercio e ai loro effetti sul territorio, il presente lavoro mira a valutare le implicazioni relative al consumo di risorse naturali prodotte da outlet e shopping center situati in diverse aree della Sicilia, attraverso un’analisi geo-territoriale che ne evidenzi sia le criticità che le best practice elaborate dagli attori locali pubblici e privati al fine di arginare gli impatti negativi in termini di sostenibilità ambientale ma anche sociale.

AB - I processi di suburbanizzazione commerciale in atto ormai da decenni in diversi scenari urbani non soltanto hanno ridisegnato i modelli e i luoghi di consumo, scompaginando la dialettica tradizionale centro/periferia, ma hanno anche plasmato un’inedita configurazione degli spazi urbani e periurbani, in particolare dei loro modelli di organizzazione e dei processi di produzione e consumo di risorse.La coscienza sempre più diffusa dell’importanza della sostenibilità, declinata in ambito economico, sociale e ambientale, rende necessaria una riflessione sugli effetti prodotti dai grandi luoghi del commercio sul sistema ecologico e antropico in cui insistono.Al di là di una vasta gamma di tipologie, modelli e pattern di utilizzo, i grandi luoghi del commercio periferici, infatti, condividono una caratteristica, ovvero un consistente impatto territoriale che si traduce normalmente nel consumo di spazi rurali a ridosso della città, alterandone equilibri ecologici e antropici sedimentati negli anni, per restituirli, come si comincia a leggere nelle realtà territoriali più mature, come nuovi elementi di “vuoto” extraurbano. Inoltre, gli outlet e gli shopping center consumano notevoli quantità di energia e acqua, oltre a produrre rifiuti e a incidere, in particolari periodi dell’anno, sulla distribuzione e l’entità dei flussi veicolari. Inserito nel quadro teorico degli studi geografici relativi alla localizzazione dei luoghi del commercio e ai loro effetti sul territorio, il presente lavoro mira a valutare le implicazioni relative al consumo di risorse naturali prodotte da outlet e shopping center situati in diverse aree della Sicilia, attraverso un’analisi geo-territoriale che ne evidenzi sia le criticità che le best practice elaborate dagli attori locali pubblici e privati al fine di arginare gli impatti negativi in termini di sostenibilità ambientale ma anche sociale.

UR - http://hdl.handle.net/10447/177400

M3 - Chapter

SN - 9788867191109

SP - 259

EP - 291

BT - City, Retail and Consumption

ER -