Le ricerche archeometriche: la caratterizzazione delle produzioni di anfore punico-siciliane

Giuseppe Montana, Luciana Randazzo

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

La definizione archeologica ed archeometrica delle produzioni della Sicilia punica ha costituito una delle priorità nell’ambito di un progetto di ricerca incentrato sulla provenienza di anfore commerciali da siti del Mediterraneo centro-meridionale. Presentiamo qui la versione aggiornata ed ampliata, in lingua italiana, di questo studio, parzialmente già pubblicato nella quarta edizione della banca dati di FACEM.L’analisi delle serie di anfore punico-siciliane ha avuto due obiettivi di base:1. definire il repertorio tipologico delle singole città, già ben conosciuto per le fondazioni fenicie di Motya (cap. 6) e Solus (cap. 4), meno chiaro quello di Panormos (cap. 5) e sostanzialmente ancora da ricostruire per le neofondazioni puniche di Lilybaion (cap. 7) e Selinus (cap. 8).2. delineare, per grandi linee, per ciascuna delle cinque città la circolazione diacronica delle proprie serie anforiche fuori dal sito di produzione.Una valutazione finale di tutti i dati ha permesso, inoltre, di elaborare una classificazione tipologica delle produzioni anforiche di Solus e Panormos (cap. 3). Nel capitolo conclusivo (cap. 9) viene trattata la circolazionediacronica delle serie puniche ed effettuata una lettura storico-archeologica.Nel cap. 10 presentiamo alcuni contesti ancora inediti di anfore puniche di produzione siciliana. Infine, viene proposto il panorama completo delle caratterizzazioni archeometriche degli impasti anforici siciliani identificati al momento (cap. 11), integrato delle descrizioni ricavate dall’analisi al microscopio binoculare dei fabrics archeologici (cap. 12).
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteLe produzioni di anfore puniche della Sicilia occidentale (VII-III/II sec. a.C.)
Pagine118-146
Numero di pagine29
Stato di pubblicazionePublished - 2016

Serie di pubblicazioni

NomeCARTHAGE STUDIES

Cita questo

Montana, G., & Randazzo, L. (2016). Le ricerche archeometriche: la caratterizzazione delle produzioni di anfore punico-siciliane. In Le produzioni di anfore puniche della Sicilia occidentale (VII-III/II sec. a.C.) (pagg. 118-146). (CARTHAGE STUDIES).

Le ricerche archeometriche: la caratterizzazione delle produzioni di anfore punico-siciliane. / Montana, Giuseppe; Randazzo, Luciana.

Le produzioni di anfore puniche della Sicilia occidentale (VII-III/II sec. a.C.). 2016. pag. 118-146 (CARTHAGE STUDIES).

Risultato della ricerca: Chapter

Montana, G & Randazzo, L 2016, Le ricerche archeometriche: la caratterizzazione delle produzioni di anfore punico-siciliane. in Le produzioni di anfore puniche della Sicilia occidentale (VII-III/II sec. a.C.). CARTHAGE STUDIES, pagg. 118-146.
Montana G, Randazzo L. Le ricerche archeometriche: la caratterizzazione delle produzioni di anfore punico-siciliane. In Le produzioni di anfore puniche della Sicilia occidentale (VII-III/II sec. a.C.). 2016. pag. 118-146. (CARTHAGE STUDIES).
Montana, Giuseppe ; Randazzo, Luciana. / Le ricerche archeometriche: la caratterizzazione delle produzioni di anfore punico-siciliane. Le produzioni di anfore puniche della Sicilia occidentale (VII-III/II sec. a.C.). 2016. pagg. 118-146 (CARTHAGE STUDIES).
@inbook{8cf2dd2030654c92984f58ff5af5a616,
title = "Le ricerche archeometriche: la caratterizzazione delle produzioni di anfore punico-siciliane",
abstract = "La definizione archeologica ed archeometrica delle produzioni della Sicilia punica ha costituito una delle priorit{\`a} nell’ambito di un progetto di ricerca incentrato sulla provenienza di anfore commerciali da siti del Mediterraneo centro-meridionale. Presentiamo qui la versione aggiornata ed ampliata, in lingua italiana, di questo studio, parzialmente gi{\`a} pubblicato nella quarta edizione della banca dati di FACEM.L’analisi delle serie di anfore punico-siciliane ha avuto due obiettivi di base:1. definire il repertorio tipologico delle singole citt{\`a}, gi{\`a} ben conosciuto per le fondazioni fenicie di Motya (cap. 6) e Solus (cap. 4), meno chiaro quello di Panormos (cap. 5) e sostanzialmente ancora da ricostruire per le neofondazioni puniche di Lilybaion (cap. 7) e Selinus (cap. 8).2. delineare, per grandi linee, per ciascuna delle cinque citt{\`a} la circolazione diacronica delle proprie serie anforiche fuori dal sito di produzione.Una valutazione finale di tutti i dati ha permesso, inoltre, di elaborare una classificazione tipologica delle produzioni anforiche di Solus e Panormos (cap. 3). Nel capitolo conclusivo (cap. 9) viene trattata la circolazionediacronica delle serie puniche ed effettuata una lettura storico-archeologica.Nel cap. 10 presentiamo alcuni contesti ancora inediti di anfore puniche di produzione siciliana. Infine, viene proposto il panorama completo delle caratterizzazioni archeometriche degli impasti anforici siciliani identificati al momento (cap. 11), integrato delle descrizioni ricavate dall’analisi al microscopio binoculare dei fabrics archeologici (cap. 12).",
author = "Giuseppe Montana and Luciana Randazzo",
year = "2016",
language = "Italian",
isbn = "9789078848110",
series = "CARTHAGE STUDIES",
pages = "118--146",
booktitle = "Le produzioni di anfore puniche della Sicilia occidentale (VII-III/II sec. a.C.)",

}

TY - CHAP

T1 - Le ricerche archeometriche: la caratterizzazione delle produzioni di anfore punico-siciliane

AU - Montana, Giuseppe

AU - Randazzo, Luciana

PY - 2016

Y1 - 2016

N2 - La definizione archeologica ed archeometrica delle produzioni della Sicilia punica ha costituito una delle priorità nell’ambito di un progetto di ricerca incentrato sulla provenienza di anfore commerciali da siti del Mediterraneo centro-meridionale. Presentiamo qui la versione aggiornata ed ampliata, in lingua italiana, di questo studio, parzialmente già pubblicato nella quarta edizione della banca dati di FACEM.L’analisi delle serie di anfore punico-siciliane ha avuto due obiettivi di base:1. definire il repertorio tipologico delle singole città, già ben conosciuto per le fondazioni fenicie di Motya (cap. 6) e Solus (cap. 4), meno chiaro quello di Panormos (cap. 5) e sostanzialmente ancora da ricostruire per le neofondazioni puniche di Lilybaion (cap. 7) e Selinus (cap. 8).2. delineare, per grandi linee, per ciascuna delle cinque città la circolazione diacronica delle proprie serie anforiche fuori dal sito di produzione.Una valutazione finale di tutti i dati ha permesso, inoltre, di elaborare una classificazione tipologica delle produzioni anforiche di Solus e Panormos (cap. 3). Nel capitolo conclusivo (cap. 9) viene trattata la circolazionediacronica delle serie puniche ed effettuata una lettura storico-archeologica.Nel cap. 10 presentiamo alcuni contesti ancora inediti di anfore puniche di produzione siciliana. Infine, viene proposto il panorama completo delle caratterizzazioni archeometriche degli impasti anforici siciliani identificati al momento (cap. 11), integrato delle descrizioni ricavate dall’analisi al microscopio binoculare dei fabrics archeologici (cap. 12).

AB - La definizione archeologica ed archeometrica delle produzioni della Sicilia punica ha costituito una delle priorità nell’ambito di un progetto di ricerca incentrato sulla provenienza di anfore commerciali da siti del Mediterraneo centro-meridionale. Presentiamo qui la versione aggiornata ed ampliata, in lingua italiana, di questo studio, parzialmente già pubblicato nella quarta edizione della banca dati di FACEM.L’analisi delle serie di anfore punico-siciliane ha avuto due obiettivi di base:1. definire il repertorio tipologico delle singole città, già ben conosciuto per le fondazioni fenicie di Motya (cap. 6) e Solus (cap. 4), meno chiaro quello di Panormos (cap. 5) e sostanzialmente ancora da ricostruire per le neofondazioni puniche di Lilybaion (cap. 7) e Selinus (cap. 8).2. delineare, per grandi linee, per ciascuna delle cinque città la circolazione diacronica delle proprie serie anforiche fuori dal sito di produzione.Una valutazione finale di tutti i dati ha permesso, inoltre, di elaborare una classificazione tipologica delle produzioni anforiche di Solus e Panormos (cap. 3). Nel capitolo conclusivo (cap. 9) viene trattata la circolazionediacronica delle serie puniche ed effettuata una lettura storico-archeologica.Nel cap. 10 presentiamo alcuni contesti ancora inediti di anfore puniche di produzione siciliana. Infine, viene proposto il panorama completo delle caratterizzazioni archeometriche degli impasti anforici siciliani identificati al momento (cap. 11), integrato delle descrizioni ricavate dall’analisi al microscopio binoculare dei fabrics archeologici (cap. 12).

UR - http://hdl.handle.net/10447/179972

M3 - Chapter

SN - 9789078848110

T3 - CARTHAGE STUDIES

SP - 118

EP - 146

BT - Le produzioni di anfore puniche della Sicilia occidentale (VII-III/II sec. a.C.)

ER -