Le regole linguistiche funzionano come algoritmi?

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Nel periodo in cui domina il congnitivismo classico (a partire dagli anni 40 del 900) è opinione comune che le regole linguistiche funzionino come algoritmi. E' questa, ad esemipo, l'autorevole opinione di Noam Chomsky, espressa più volte nelle sue pubblicazioni. A ben vedere, lo strutturalismo classico, in particolare luois Hjelsmslev, non sembra della medesima opinione. nel suo ultimo libro pubblicato postumo, Il linguaggio, Hjelslev accenna infatti a regole linguistiche che rimangono 'aprete', ad esempio nella formazione della sillaba. Ciò èermette di fare una radicale differenfza fra algoritmi e regole linguistiche.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteLa regola linguistica ( VI convegno della società italiana di filosofia del linguaggio)
Pagine-
Numero di pagine13
Stato di pubblicazionePublished - 2000

Cita questo

Laspia, P. (2000). Le regole linguistiche funzionano come algoritmi? In La regola linguistica ( VI convegno della società italiana di filosofia del linguaggio) (pagg. -)

Le regole linguistiche funzionano come algoritmi? / Laspia, Patrizia.

La regola linguistica ( VI convegno della società italiana di filosofia del linguaggio). 2000. pag. -.

Risultato della ricerca: Chapter

Laspia, P 2000, Le regole linguistiche funzionano come algoritmi? in La regola linguistica ( VI convegno della società italiana di filosofia del linguaggio). pagg. -.
Laspia P. Le regole linguistiche funzionano come algoritmi? In La regola linguistica ( VI convegno della società italiana di filosofia del linguaggio). 2000. pag. -
Laspia, Patrizia. / Le regole linguistiche funzionano come algoritmi?. La regola linguistica ( VI convegno della società italiana di filosofia del linguaggio). 2000. pagg. -
@inbook{cc2aa5c5dbd04778992e4df0f9a59c8f,
title = "Le regole linguistiche funzionano come algoritmi?",
abstract = "Nel periodo in cui domina il congnitivismo classico (a partire dagli anni 40 del 900) {\`e} opinione comune che le regole linguistiche funzionino come algoritmi. E' questa, ad esemipo, l'autorevole opinione di Noam Chomsky, espressa pi{\`u} volte nelle sue pubblicazioni. A ben vedere, lo strutturalismo classico, in particolare luois Hjelsmslev, non sembra della medesima opinione. nel suo ultimo libro pubblicato postumo, Il linguaggio, Hjelslev accenna infatti a regole linguistiche che rimangono 'aprete', ad esempio nella formazione della sillaba. Ci{\`o} {\`e}ermette di fare una radicale differenfza fra algoritmi e regole linguistiche.",
author = "Patrizia Laspia",
year = "2000",
language = "Italian",
pages = "--",
booktitle = "La regola linguistica ( VI convegno della societ{\`a} italiana di filosofia del linguaggio)",

}

TY - CHAP

T1 - Le regole linguistiche funzionano come algoritmi?

AU - Laspia, Patrizia

PY - 2000

Y1 - 2000

N2 - Nel periodo in cui domina il congnitivismo classico (a partire dagli anni 40 del 900) è opinione comune che le regole linguistiche funzionino come algoritmi. E' questa, ad esemipo, l'autorevole opinione di Noam Chomsky, espressa più volte nelle sue pubblicazioni. A ben vedere, lo strutturalismo classico, in particolare luois Hjelsmslev, non sembra della medesima opinione. nel suo ultimo libro pubblicato postumo, Il linguaggio, Hjelslev accenna infatti a regole linguistiche che rimangono 'aprete', ad esempio nella formazione della sillaba. Ciò èermette di fare una radicale differenfza fra algoritmi e regole linguistiche.

AB - Nel periodo in cui domina il congnitivismo classico (a partire dagli anni 40 del 900) è opinione comune che le regole linguistiche funzionino come algoritmi. E' questa, ad esemipo, l'autorevole opinione di Noam Chomsky, espressa più volte nelle sue pubblicazioni. A ben vedere, lo strutturalismo classico, in particolare luois Hjelsmslev, non sembra della medesima opinione. nel suo ultimo libro pubblicato postumo, Il linguaggio, Hjelslev accenna infatti a regole linguistiche che rimangono 'aprete', ad esempio nella formazione della sillaba. Ciò èermette di fare una radicale differenfza fra algoritmi e regole linguistiche.

UR - http://hdl.handle.net/10447/284833

M3 - Chapter

SP - -

BT - La regola linguistica ( VI convegno della società italiana di filosofia del linguaggio)

ER -