Le piazze quadrate ad angoli chiusi nelle città siciliane di fondazione. Alcuni casi di studio

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

La piazza delle città fondate in Sicilia tra Cinquecento e Settecento dalla classe baronale accoglie solitamente la sede del potere politico e religioso, palesata nel palazzo del fondatore e nella chiesa Madre, e con la sua posizione orienta la trama viaria, che è di regola a maglia ortogonale. Un caso particolare, non molto diffuso in Sicilia, è rappresentato dalla piazza ad angoli chiusi, attraversata nella mezzeria dei lati da una croce di strade, i cui esempi più noti possono individuarsi nelle piazze di Cattolica Eraclea (1610) e Palma di Montechiaro (1637), che nel testo vengono analizzate.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteAtlante delle città fondate in Italia dal tardomedioevo al Novecento. Italia centro-meridionale e insulare
Pagine145-154
Numero di pagine10
Stato di pubblicazionePublished - 2013

Cita questo