Le difficoltà degli alunni maschi nel primo ciclo dell'istruzione.

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Mediamente per 200 dei 365 giorni dell'anno solare, per 5 ore al giorno, il giovane italiano sta in un edificio scolastico per acquisire cultura e per imparare a collaborare con gli altri; trascorre poi la maggior parte del suo tempo in ambienti dove si relaziona con giovani e vecchi, con uomini e donne, con ricchi e poveri, con connazionali e stranieri, con atei e credenti. la scuola ha direttamente la mission di far acquisire ai giovani conoscenze e competenze in un modo tale che, mentre imparano, sviluppino la loro personalità; la socializzazione dei minori non dovrebbe essere il primo compito della scuola.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteComportamento e apprendimento di maschi e femmine a scuola.
Pagine81-98
Numero di pagine18
Stato di pubblicazionePublished - 2012

Serie di pubblicazioni

NomePedagogia e Scienze dell'educazione. Ricerche.

Cita questo

Zanniello, G. (2012). Le difficoltà degli alunni maschi nel primo ciclo dell'istruzione. In Comportamento e apprendimento di maschi e femmine a scuola. (pagg. 81-98). (Pedagogia e Scienze dell'educazione. Ricerche.).

Le difficoltà degli alunni maschi nel primo ciclo dell'istruzione. / Zanniello, Giuseppe.

Comportamento e apprendimento di maschi e femmine a scuola.. 2012. pag. 81-98 (Pedagogia e Scienze dell'educazione. Ricerche.).

Risultato della ricerca: Chapter

Zanniello, G 2012, Le difficoltà degli alunni maschi nel primo ciclo dell'istruzione. in Comportamento e apprendimento di maschi e femmine a scuola.. Pedagogia e Scienze dell'educazione. Ricerche., pagg. 81-98.
Zanniello G. Le difficoltà degli alunni maschi nel primo ciclo dell'istruzione. In Comportamento e apprendimento di maschi e femmine a scuola.. 2012. pag. 81-98. (Pedagogia e Scienze dell'educazione. Ricerche.).
Zanniello, Giuseppe. / Le difficoltà degli alunni maschi nel primo ciclo dell'istruzione. Comportamento e apprendimento di maschi e femmine a scuola.. 2012. pagg. 81-98 (Pedagogia e Scienze dell'educazione. Ricerche.).
@inbook{801404bc0b4f455f8fedb38401a2301d,
title = "Le difficolt{\`a} degli alunni maschi nel primo ciclo dell'istruzione.",
abstract = "Mediamente per 200 dei 365 giorni dell'anno solare, per 5 ore al giorno, il giovane italiano sta in un edificio scolastico per acquisire cultura e per imparare a collaborare con gli altri; trascorre poi la maggior parte del suo tempo in ambienti dove si relaziona con giovani e vecchi, con uomini e donne, con ricchi e poveri, con connazionali e stranieri, con atei e credenti. la scuola ha direttamente la mission di far acquisire ai giovani conoscenze e competenze in un modo tale che, mentre imparano, sviluppino la loro personalit{\`a}; la socializzazione dei minori non dovrebbe essere il primo compito della scuola.",
author = "Giuseppe Zanniello",
year = "2012",
language = "Italian",
isbn = "978-88-343-2275-8",
series = "Pedagogia e Scienze dell'educazione. Ricerche.",
pages = "81--98",
booktitle = "Comportamento e apprendimento di maschi e femmine a scuola.",

}

TY - CHAP

T1 - Le difficoltà degli alunni maschi nel primo ciclo dell'istruzione.

AU - Zanniello, Giuseppe

PY - 2012

Y1 - 2012

N2 - Mediamente per 200 dei 365 giorni dell'anno solare, per 5 ore al giorno, il giovane italiano sta in un edificio scolastico per acquisire cultura e per imparare a collaborare con gli altri; trascorre poi la maggior parte del suo tempo in ambienti dove si relaziona con giovani e vecchi, con uomini e donne, con ricchi e poveri, con connazionali e stranieri, con atei e credenti. la scuola ha direttamente la mission di far acquisire ai giovani conoscenze e competenze in un modo tale che, mentre imparano, sviluppino la loro personalità; la socializzazione dei minori non dovrebbe essere il primo compito della scuola.

AB - Mediamente per 200 dei 365 giorni dell'anno solare, per 5 ore al giorno, il giovane italiano sta in un edificio scolastico per acquisire cultura e per imparare a collaborare con gli altri; trascorre poi la maggior parte del suo tempo in ambienti dove si relaziona con giovani e vecchi, con uomini e donne, con ricchi e poveri, con connazionali e stranieri, con atei e credenti. la scuola ha direttamente la mission di far acquisire ai giovani conoscenze e competenze in un modo tale che, mentre imparano, sviluppino la loro personalità; la socializzazione dei minori non dovrebbe essere il primo compito della scuola.

UR - http://hdl.handle.net/10447/76570

M3 - Chapter

SN - 978-88-343-2275-8

T3 - Pedagogia e Scienze dell'educazione. Ricerche.

SP - 81

EP - 98

BT - Comportamento e apprendimento di maschi e femmine a scuola.

ER -