Le conseguenze civilistiche dell’illecito antitrust: la nullità

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Le “conseguenze” civilistiche che espressamente o meno vengono associate all’illecito antitrust spaziano oggi dallapiù classica dimensione sanzionatoria, qual è quella che propriamente si appartiene alla nullità di pieno diritto - evocata da Trattato elegge municipale - a quella più schiettamente rimediale, integralmente assorbita dalla tecnica riparatoria, vuoi contrattuale, vuoi soprattutto aquiliana. Il contributo si incentra sulla più risalente delle conseguenze civilistiche associate alla violazione della disciplina antitrust, vale a direquella invalidativa, saggiandone il raggio di azione, laddove espressamente comminata (cartelli) e valutandone invece criticamente la pertinenza ,laddove viceversa la disposizione antitrust risulti priva di ogni riferimento ad essa (abuso di posizione dominante).
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteDIZIONARIO SISTEMATICO DEL DIRITTO DELLA CONCORRENZA - II ed.
Pagine441-450
Numero di pagine10
Stato di pubblicazionePublished - 2020

Cita questo

Camilleri, E. (2020). Le conseguenze civilistiche dell’illecito antitrust: la nullità. In DIZIONARIO SISTEMATICO DEL DIRITTO DELLA CONCORRENZA - II ed. (pagg. 441-450)