Le cappelle ventimigliane in epoca medievale: Cefalù e Geraci

Risultato della ricerca: Other

Abstract

I Ventimiglia, tra i più antichi e influenti casati nobiliari siciliani, furono titolari di una corposa signoria nell’entroterra di Cefalù, estesa al complesso montuoso delle Madonie. Ancor prima della fondazione della quattrocentesca cappella di Sant’Antonio annessa alla chiesa di San Francesco a Castelbuono, pensata come mausoleo di famiglia, essi disponevano di altri luoghi di culto dove custodire la memoria del lignaggio; tra questi rientrano la cappella di giuspatronato nella cattedrale di Cefalù (dove i Ventimiglia figurano pure come committenti di importanti opere architettoniche), la cui esistenza è documentata fino ai lavori di adeguamento seguiti alla Controriforma, nonché quella nel castello di Geraci, dedicata a Sant’Anna e risalente alla metà del Duecento.
Lingua originaleItalian
Pagine50-63
Numero di pagine14
Stato di pubblicazionePublished - 2009

Cita questo