Le autonomie locali fra le Liberazioni e la Costituente (1943-1947)

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Il saggio analizza il concetto di autonomia locale nella sua elaborazione e della esperienza amministrativa in Italia posta in essere dopo la guerra di liberazione nazionale contro il nazi-fascismo. L'A. procede ad una serie di articolate riflessioni sulle variabili oggettivi, riconducibili alle modalità di liquidazione del vecchio apparato istituzionale del regime fascista, e soggettive, relative alla cultura e alla capacità di progettazione politica della nuova classe dirigente attiva dopo l'8 settembre 1943. Sulla scorta degli studi sulle origini del regionalismo italiano, che individuano una relazione stretta fra il concetto di autonomia e la lotta di liberazione nazionale, il saggio analizza le idee e i progetti che si affermano dopo lo sbarco alleato in Sicilia, ponendo a confronto il contributo dell'esperienza dell'Italia meridionale, soggetta al controllo angloamericano, e quella dei CLN del Nord, legati alla lotta resistenziale. Il quadro che emerge sostanzia una evidente continuità fra le lotte di liberazione nazionale e il concetto di autonomia locale che viene consacrato nel dettato costituzionale
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteLe Autonomie Locali. Dalla Resistenza alla I legislatura della Repubblica
Pagine201-226
Numero di pagine26
Stato di pubblicazionePublished - 2010

Cita questo

Saija, M. (2010). Le autonomie locali fra le Liberazioni e la Costituente (1943-1947). In Le Autonomie Locali. Dalla Resistenza alla I legislatura della Repubblica (pagg. 201-226)