L’art. 8 della legge n. 148 del 2011 nel sistema delle relazioni sindacali

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

Il saggio analizza i principali profili problematici sottesi alla disciplina della contrattazione di prossimità. Segnatamente, vengono esaminati i rapporti tra l'art. 8 della l. n. 148/2011e le regole sulla rappresentanza e sui rapporti tra livelli di contrattazione previste dall'ordinamento intersindacale. In tale prospettiva, l'Autore si sofferma altresì sui dubbi di legittimità costituzionale legati all'estensione dell'efficacia soggettiva dei contratti collettivi aziendali in deroga, sulla base di un meccanismo che parrebbe in contrasto con l'art. 39 Cost. Perplessità vengono sollevate anche con riferimento alla compatibilità della disposizione l'art. 3 della Costituzione, atteso che la contrattazione di prossimità appare ancorata al perseguimento di obiettivi vaghied indeterminati, che non sembrano consentire alcun controllo sulla ragionevolezza delle scelte operate in sede decentrata.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)31-42
Numero di pagine12
RivistaADL. ARGOMENTI DI DIRITTO DEL LAVORO
Volume1/2012
Stato di pubblicazionePublished - 2012

Cita questo