L’area vasta nella programmazione integrata per lo sviluppo territoriale

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

La dimensione intercomunale così come si è manifestata attraverso diverse tipologie di programmi nazionali e comunitari è un campo di osservazione di grande interesse per la cultura territorialista italiana. E' una dimensione in cui le dinamiche della progettualità, i programmi di rigenerazione economica e riqualificazione infrastrutturale, si sono intrecciate con il tema della sostenibilità ambientale e dei nuovi ruoli attribuiti al patrimonio territoriale nei processi di sviluppo locale.Attraverso una sintetica trattazione di tali elementi di contesto, il contributo intende definire un percorso critico all’interno di quell’ambito di differenti strumenti progettuali sperimentati in Italia a partire dalla seconda metà degli anni novanta e riconducibili al tema dello “sviluppo territoriale”. Il carattere peculiare del contesto nazionale rende inevitabile un riferimento prioritario al patrimonio di esperienze accumulate in regioni e contesti locali del Mezzogiorno, i cui obiettivi di rilancio da parte delle politiche nazionali e comunitarie hanno reso bersaglio privilegiato di sperimentazioni progettuali diffuse e stratificate, che ora si pongono quali stimolanti e talvolta controversi casi di studio.
Lingua originaleUndefined/Unknown
pagine (da-a)225-247
RivistaArchivio di Studi Urbani e Regionali
Volume85-86
Stato di pubblicazionePublished - 2006

Cita questo