La simulazione delle portate giornaliere di un corso d’acqua tramite modelli markoviani a stato nascosto

Risultato della ricerca: Other

Abstract

La memoria valuta l’applicabilità dei modelli markoviani a stato nascosto (Hidden state Markov Models) per la simulazione delle portate giornaliere di un corso d’acqua. In questi modelli la variabile osservata è l’emissione di un processo markoviano con un numero discreto di stati, caratterizzato da una matrice di probabilità di transizione, che viene “ricoperto” da una certa funzione densità di probabilità. Il problema della selezione del modello consiste in questo caso nella scelta del numero di stati e del tipo di distribuzione di probabilità di appartenenza ad uno stato. Identificato il modello, la sua calibrazione consiste nella stima delle probabilità di transizione e dei parametri della funzione densità di probabilità e viene effettuata massimizzando la log-verosimiglianza del processo. La procedura è applicata a sette anni di portate giornaliere del fiume Sosio a S.Carlo (90 km2) nel versante meridionale della Sicilia. I risultati sono incoraggianti, per quanto riguarda la distribuzione marginale delle portate e la loro struttura seriale. I confronti tra valori osservati e simulati di alcuni statistici relativi ai picchi ed alle recessioni mettono in evidenza la necessità di incrementare la struttura interna agli stati, anche se con piccoli aggiustamenti la capacità del modello di riprodurre gli statistici osservati migliora considerevolmente.
Lingua originaleItalian
Pagine1-11
Numero di pagine11
Stato di pubblicazionePublished - 2008

Cita questo

@conference{9c9e2909b9874606a80839c1c1406c50,
title = "La simulazione delle portate giornaliere di un corso d’acqua tramite modelli markoviani a stato nascosto",
abstract = "La memoria valuta l’applicabilit{\`a} dei modelli markoviani a stato nascosto (Hidden state Markov Models) per la simulazione delle portate giornaliere di un corso d’acqua. In questi modelli la variabile osservata {\`e} l’emissione di un processo markoviano con un numero discreto di stati, caratterizzato da una matrice di probabilit{\`a} di transizione, che viene “ricoperto” da una certa funzione densit{\`a} di probabilit{\`a}. Il problema della selezione del modello consiste in questo caso nella scelta del numero di stati e del tipo di distribuzione di probabilit{\`a} di appartenenza ad uno stato. Identificato il modello, la sua calibrazione consiste nella stima delle probabilit{\`a} di transizione e dei parametri della funzione densit{\`a} di probabilit{\`a} e viene effettuata massimizzando la log-verosimiglianza del processo. La procedura {\`e} applicata a sette anni di portate giornaliere del fiume Sosio a S.Carlo (90 km2) nel versante meridionale della Sicilia. I risultati sono incoraggianti, per quanto riguarda la distribuzione marginale delle portate e la loro struttura seriale. I confronti tra valori osservati e simulati di alcuni statistici relativi ai picchi ed alle recessioni mettono in evidenza la necessit{\`a} di incrementare la struttura interna agli stati, anche se con piccoli aggiustamenti la capacit{\`a} del modello di riprodurre gli statistici osservati migliora considerevolmente.",
keywords = "deflussi giornalierii, idrologia, modelli markoviani a stato nascosto",
author = "Mazzola, {Mario Rosario} and Claudio Arena and Marcella Cannarozzo",
year = "2008",
language = "Italian",
pages = "1--11",

}

TY - CONF

T1 - La simulazione delle portate giornaliere di un corso d’acqua tramite modelli markoviani a stato nascosto

AU - Mazzola, Mario Rosario

AU - Arena, Claudio

AU - Cannarozzo, Marcella

PY - 2008

Y1 - 2008

N2 - La memoria valuta l’applicabilità dei modelli markoviani a stato nascosto (Hidden state Markov Models) per la simulazione delle portate giornaliere di un corso d’acqua. In questi modelli la variabile osservata è l’emissione di un processo markoviano con un numero discreto di stati, caratterizzato da una matrice di probabilità di transizione, che viene “ricoperto” da una certa funzione densità di probabilità. Il problema della selezione del modello consiste in questo caso nella scelta del numero di stati e del tipo di distribuzione di probabilità di appartenenza ad uno stato. Identificato il modello, la sua calibrazione consiste nella stima delle probabilità di transizione e dei parametri della funzione densità di probabilità e viene effettuata massimizzando la log-verosimiglianza del processo. La procedura è applicata a sette anni di portate giornaliere del fiume Sosio a S.Carlo (90 km2) nel versante meridionale della Sicilia. I risultati sono incoraggianti, per quanto riguarda la distribuzione marginale delle portate e la loro struttura seriale. I confronti tra valori osservati e simulati di alcuni statistici relativi ai picchi ed alle recessioni mettono in evidenza la necessità di incrementare la struttura interna agli stati, anche se con piccoli aggiustamenti la capacità del modello di riprodurre gli statistici osservati migliora considerevolmente.

AB - La memoria valuta l’applicabilità dei modelli markoviani a stato nascosto (Hidden state Markov Models) per la simulazione delle portate giornaliere di un corso d’acqua. In questi modelli la variabile osservata è l’emissione di un processo markoviano con un numero discreto di stati, caratterizzato da una matrice di probabilità di transizione, che viene “ricoperto” da una certa funzione densità di probabilità. Il problema della selezione del modello consiste in questo caso nella scelta del numero di stati e del tipo di distribuzione di probabilità di appartenenza ad uno stato. Identificato il modello, la sua calibrazione consiste nella stima delle probabilità di transizione e dei parametri della funzione densità di probabilità e viene effettuata massimizzando la log-verosimiglianza del processo. La procedura è applicata a sette anni di portate giornaliere del fiume Sosio a S.Carlo (90 km2) nel versante meridionale della Sicilia. I risultati sono incoraggianti, per quanto riguarda la distribuzione marginale delle portate e la loro struttura seriale. I confronti tra valori osservati e simulati di alcuni statistici relativi ai picchi ed alle recessioni mettono in evidenza la necessità di incrementare la struttura interna agli stati, anche se con piccoli aggiustamenti la capacità del modello di riprodurre gli statistici osservati migliora considerevolmente.

KW - deflussi giornalierii

KW - idrologia

KW - modelli markoviani a stato nascosto

UR - http://hdl.handle.net/10447/61824

M3 - Other

SP - 1

EP - 11

ER -