La rinnovazione dell'istruttoria dibattimentale nel giudizio di appello

Risultato della ricerca: Article

Abstract

La disciplina della prova nel giudizio di appello penale ancora oggi è calibrata sulla rivalutazione delle prove già formate nel processo di primo grado. L'acquisizione nel contraddittorio orale è assestata sostanzialmente su declinazioni ecccezionali: la sussistenza di elementi probatori nuovi, reperiti o sopravvenuti dopo il primo processo. Tuttavia, alla luce del principio costituzionale del c.d. giusto processo non si può più avallare un giudizio che riformuli la decisione nel merito sulla base di rivalutazioni di conoscenze ex actis soprattutto per ribaltare una decisione di proscioglimento in sentenza di condanna. Questa interpretazione del resto è ormai pacificamente adottata dalle Corti europee
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)3159-3173
Numero di pagine15
RivistaCASSAZIONE PENALE
Volume9
Stato di pubblicazionePublished - 2012

Cita questo

La rinnovazione dell'istruttoria dibattimentale nel giudizio di appello. / Chinnici, Daniela.

In: CASSAZIONE PENALE, Vol. 9, 2012, pag. 3159-3173.

Risultato della ricerca: Article

@article{d6f1b8eb43a74d8baa0de804ecfe39d2,
title = "La rinnovazione dell'istruttoria dibattimentale nel giudizio di appello",
abstract = "La disciplina della prova nel giudizio di appello penale ancora oggi {\`e} calibrata sulla rivalutazione delle prove gi{\`a} formate nel processo di primo grado. L'acquisizione nel contraddittorio orale {\`e} assestata sostanzialmente su declinazioni ecccezionali: la sussistenza di elementi probatori nuovi, reperiti o sopravvenuti dopo il primo processo. Tuttavia, alla luce del principio costituzionale del c.d. giusto processo non si pu{\`o} pi{\`u} avallare un giudizio che riformuli la decisione nel merito sulla base di rivalutazioni di conoscenze ex actis soprattutto per ribaltare una decisione di proscioglimento in sentenza di condanna. Questa interpretazione del resto {\`e} ormai pacificamente adottata dalle Corti europee",
author = "Daniela Chinnici",
year = "2012",
language = "Italian",
volume = "9",
pages = "3159--3173",
journal = "CASSAZIONE PENALE",
issn = "1125-856X",

}

TY - JOUR

T1 - La rinnovazione dell'istruttoria dibattimentale nel giudizio di appello

AU - Chinnici, Daniela

PY - 2012

Y1 - 2012

N2 - La disciplina della prova nel giudizio di appello penale ancora oggi è calibrata sulla rivalutazione delle prove già formate nel processo di primo grado. L'acquisizione nel contraddittorio orale è assestata sostanzialmente su declinazioni ecccezionali: la sussistenza di elementi probatori nuovi, reperiti o sopravvenuti dopo il primo processo. Tuttavia, alla luce del principio costituzionale del c.d. giusto processo non si può più avallare un giudizio che riformuli la decisione nel merito sulla base di rivalutazioni di conoscenze ex actis soprattutto per ribaltare una decisione di proscioglimento in sentenza di condanna. Questa interpretazione del resto è ormai pacificamente adottata dalle Corti europee

AB - La disciplina della prova nel giudizio di appello penale ancora oggi è calibrata sulla rivalutazione delle prove già formate nel processo di primo grado. L'acquisizione nel contraddittorio orale è assestata sostanzialmente su declinazioni ecccezionali: la sussistenza di elementi probatori nuovi, reperiti o sopravvenuti dopo il primo processo. Tuttavia, alla luce del principio costituzionale del c.d. giusto processo non si può più avallare un giudizio che riformuli la decisione nel merito sulla base di rivalutazioni di conoscenze ex actis soprattutto per ribaltare una decisione di proscioglimento in sentenza di condanna. Questa interpretazione del resto è ormai pacificamente adottata dalle Corti europee

UR - http://hdl.handle.net/10447/102030

M3 - Article

VL - 9

SP - 3159

EP - 3173

JO - CASSAZIONE PENALE

JF - CASSAZIONE PENALE

SN - 1125-856X

ER -