La revisione del giudicato penale a seguito di pronuncia della Corte europea dei diritti dell’uomo. (II) L’esperienza della Repubblica federale tedesca e di altri Paesi dell’Europa continentale.

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

Il problema riguardante l'esecuzione delle sentenze di condanna pronunciate dalla Corte europea viene sentito con urgenza in numerosi Paesi. In Italia è stato sinora considerato nell'ambito di diverse iniziative di riforma, ma rimane tuttora aperto. Le riforme introdotte in altri ordinamenti possono offrire utili spunti de iure condendo. In particolare, il contributo si sofferma sulle soluzioni adottate in Germania, dove il legislatore ha previsto un'apposita disposizione che consente la revisione del processo giudicato "iniquo" dalla Corte di Strasburgo: una disamina del quadro normativo e giurisprudenziale di conseguenza determinatosi consente di individuare, oltre ai pregi della riforma, anche le difficoltà interpretativa che essa ha comportato.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)1010-1042
Numero di pagine33
RivistaRIVISTA ITALIANA DI DIRITTO E PROCEDURA PENALE
Volume2006
Stato di pubblicazionePublished - 2006

Cita questo