La "Resurrectio" di Palermo tra memoria e innovazione

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

In occasione della mostra “Resurrectio” di Enzo Venezia, nell’ex Stazione di Sant’Erasmo a Palermo nel 2008, un testo ha accompagnato le installazioni dell’artista con un a lettura critica della Città e delle possibili vie di resurrezione attraverso il progetto.Nella visione dell’artista si legge la deformazione della struttura urbana di Palermo, così forte e connaturata col territorio, - mare, costa, montagna -, con la perdita di un’identità che avrebbe dovuto mantenersi immutata, per proiettarsi a capitale dell'euro-mediterraneo."Resurrectio" può significare l'attesa di un passaggio da un ambiente senza qualità ad un territorio più ricercato. Dall'esplosione metaforica dei pezzi più importanti della Città, che ha determinato un'implosione del suo livello estetico, è possibile una rinascita da progetti di qualità architettonica elevata, con i quali riuscire a ricostruire una Palermo migliore.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteEnzo Venezia. Pitture, video, installazioni
Pagine226-227
Numero di pagine2
Stato di pubblicazionePublished - 2015

Cita questo