La responsabilità precontrattuale e la struttura del rapporto prenegoziale

Risultato della ricerca: Article

Abstract

Il saggio muove dalle conclusioni raggiunte di recente dalla Corte di Cassazione in merito alla natura della responsabilità precontrattuale. Allineandosi alla posizione espressa dalla dottrina più autorevole, la Suprema Corte conferma l’orientamento già in passato espresso, ma successivamente disatteso, favorevole all’inquadramento della responsabilità precontrattuale nell’ambito della responsabilità per inadempimento degli obblighi di protezione che scaturiscono dal precetto di buona fede in fase di trattative e di conclusione del contratto. Pur con argomentazioni migliorabili, le conclusioni, pienamente condivisibili, cui i giudici sono pervenuti nell’importante provvedimento in esame acquistano maggiore solidità dogmatica e una più accentuata persuasività. La riflessione termina con un tentativo di ridefinizione della ratio sottesa alla qualificazione contrattuale della responsabilità precontrattuale e con la proposta di qualificare la posizione protetta dagli obblighi di buona fede ex art. 1337 c.c. nei termini di un'immunità.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)104-132
Numero di pagine29
RivistaPERSONA E MERCATO
Stato di pubblicazionePublished - 2017

Cita questo

@article{d45b9a0fe0294c5698aabeb49c7393c1,
title = "La responsabilit{\`a} precontrattuale e la struttura del rapporto prenegoziale",
abstract = "Il saggio muove dalle conclusioni raggiunte di recente dalla Corte di Cassazione in merito alla natura della responsabilit{\`a} precontrattuale. Allineandosi alla posizione espressa dalla dottrina pi{\`u} autorevole, la Suprema Corte conferma l’orientamento gi{\`a} in passato espresso, ma successivamente disatteso, favorevole all’inquadramento della responsabilit{\`a} precontrattuale nell’ambito della responsabilit{\`a} per inadempimento degli obblighi di protezione che scaturiscono dal precetto di buona fede in fase di trattative e di conclusione del contratto. Pur con argomentazioni migliorabili, le conclusioni, pienamente condivisibili, cui i giudici sono pervenuti nell’importante provvedimento in esame acquistano maggiore solidit{\`a} dogmatica e una pi{\`u} accentuata persuasivit{\`a}. La riflessione termina con un tentativo di ridefinizione della ratio sottesa alla qualificazione contrattuale della responsabilit{\`a} precontrattuale e con la proposta di qualificare la posizione protetta dagli obblighi di buona fede ex art. 1337 c.c. nei termini di un'immunit{\`a}.",
author = "Fabrizio Piraino",
year = "2017",
language = "Italian",
pages = "104--132",
journal = "PERSONA E MERCATO",
issn = "2239-8570",

}

TY - JOUR

T1 - La responsabilità precontrattuale e la struttura del rapporto prenegoziale

AU - Piraino, Fabrizio

PY - 2017

Y1 - 2017

N2 - Il saggio muove dalle conclusioni raggiunte di recente dalla Corte di Cassazione in merito alla natura della responsabilità precontrattuale. Allineandosi alla posizione espressa dalla dottrina più autorevole, la Suprema Corte conferma l’orientamento già in passato espresso, ma successivamente disatteso, favorevole all’inquadramento della responsabilità precontrattuale nell’ambito della responsabilità per inadempimento degli obblighi di protezione che scaturiscono dal precetto di buona fede in fase di trattative e di conclusione del contratto. Pur con argomentazioni migliorabili, le conclusioni, pienamente condivisibili, cui i giudici sono pervenuti nell’importante provvedimento in esame acquistano maggiore solidità dogmatica e una più accentuata persuasività. La riflessione termina con un tentativo di ridefinizione della ratio sottesa alla qualificazione contrattuale della responsabilità precontrattuale e con la proposta di qualificare la posizione protetta dagli obblighi di buona fede ex art. 1337 c.c. nei termini di un'immunità.

AB - Il saggio muove dalle conclusioni raggiunte di recente dalla Corte di Cassazione in merito alla natura della responsabilità precontrattuale. Allineandosi alla posizione espressa dalla dottrina più autorevole, la Suprema Corte conferma l’orientamento già in passato espresso, ma successivamente disatteso, favorevole all’inquadramento della responsabilità precontrattuale nell’ambito della responsabilità per inadempimento degli obblighi di protezione che scaturiscono dal precetto di buona fede in fase di trattative e di conclusione del contratto. Pur con argomentazioni migliorabili, le conclusioni, pienamente condivisibili, cui i giudici sono pervenuti nell’importante provvedimento in esame acquistano maggiore solidità dogmatica e una più accentuata persuasività. La riflessione termina con un tentativo di ridefinizione della ratio sottesa alla qualificazione contrattuale della responsabilità precontrattuale e con la proposta di qualificare la posizione protetta dagli obblighi di buona fede ex art. 1337 c.c. nei termini di un'immunità.

UR - http://hdl.handle.net/10447/239342

M3 - Article

SP - 104

EP - 132

JO - PERSONA E MERCATO

JF - PERSONA E MERCATO

SN - 2239-8570

ER -