La prossimità alla prova delle migrazioni: forme e definizioni di violenza nell'esperienza delle donne migranti

Bartholini, I.

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Le donne migranti e le seconde generazioni costituiscono una realtà emergente in Italia anche sotto il profilo del maltrattamento e la violenza intrafamiliare, pur con alcune peculiarità che le distinguono tanto dalle donne italiane, quanto le une dalle altre, a causa delle mille sfaccettature derivanti dalla complessità dei percorsi migratori al femminile. La ricerca, a partire dall’esperienza dei processi migratori di donne straniere in Italia, rintraccia i legami retrospettivi della violenza che fanno da sfondo ad un progetto di emancipazione – tutto al femminile – di donne provenienti per la maggior parte dal terzo mondo.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteViolenza di prossimità. La vittima, il carnefice, lo spettatore e il "grande occhio".
Pagine96-133
Numero di pagine38
Stato di pubblicazionePublished - 2013

Cita questo

Bartholini, I. (2013). La prossimità alla prova delle migrazioni: forme e definizioni di violenza nell'esperienza delle donne migranti. In Violenza di prossimità. La vittima, il carnefice, lo spettatore e il "grande occhio". (pagg. 96-133)

La prossimità alla prova delle migrazioni: forme e definizioni di violenza nell'esperienza delle donne migranti. / Bartholini, I.

Violenza di prossimità. La vittima, il carnefice, lo spettatore e il "grande occhio".. 2013. pag. 96-133.

Risultato della ricerca: Chapter

Bartholini, I. 2013, La prossimità alla prova delle migrazioni: forme e definizioni di violenza nell'esperienza delle donne migranti. in Violenza di prossimità. La vittima, il carnefice, lo spettatore e il "grande occhio".. pagg. 96-133.
Bartholini, I. La prossimità alla prova delle migrazioni: forme e definizioni di violenza nell'esperienza delle donne migranti. In Violenza di prossimità. La vittima, il carnefice, lo spettatore e il "grande occhio".. 2013. pag. 96-133
Bartholini, I. / La prossimità alla prova delle migrazioni: forme e definizioni di violenza nell'esperienza delle donne migranti. Violenza di prossimità. La vittima, il carnefice, lo spettatore e il "grande occhio".. 2013. pagg. 96-133
@inbook{21c2e0d1dbab46c9b846860f914fda45,
title = "La prossimit{\`a} alla prova delle migrazioni: forme e definizioni di violenza nell'esperienza delle donne migranti",
abstract = "Le donne migranti e le seconde generazioni costituiscono una realt{\`a} emergente in Italia anche sotto il profilo del maltrattamento e la violenza intrafamiliare, pur con alcune peculiarit{\`a} che le distinguono tanto dalle donne italiane, quanto le une dalle altre, a causa delle mille sfaccettature derivanti dalla complessit{\`a} dei percorsi migratori al femminile. La ricerca, a partire dall’esperienza dei processi migratori di donne straniere in Italia, rintraccia i legami retrospettivi della violenza che fanno da sfondo ad un progetto di emancipazione – tutto al femminile – di donne provenienti per la maggior parte dal terzo mondo.",
author = "{Bartholini, I.} and {Di Rosa}, {Roberta Teresa}",
year = "2013",
language = "Italian",
isbn = "978-88-204-5873-7",
pages = "96--133",
booktitle = "Violenza di prossimit{\`a}. La vittima, il carnefice, lo spettatore e il {"}grande occhio{"}.",

}

TY - CHAP

T1 - La prossimità alla prova delle migrazioni: forme e definizioni di violenza nell'esperienza delle donne migranti

AU - Bartholini, I.

AU - Di Rosa, Roberta Teresa

PY - 2013

Y1 - 2013

N2 - Le donne migranti e le seconde generazioni costituiscono una realtà emergente in Italia anche sotto il profilo del maltrattamento e la violenza intrafamiliare, pur con alcune peculiarità che le distinguono tanto dalle donne italiane, quanto le une dalle altre, a causa delle mille sfaccettature derivanti dalla complessità dei percorsi migratori al femminile. La ricerca, a partire dall’esperienza dei processi migratori di donne straniere in Italia, rintraccia i legami retrospettivi della violenza che fanno da sfondo ad un progetto di emancipazione – tutto al femminile – di donne provenienti per la maggior parte dal terzo mondo.

AB - Le donne migranti e le seconde generazioni costituiscono una realtà emergente in Italia anche sotto il profilo del maltrattamento e la violenza intrafamiliare, pur con alcune peculiarità che le distinguono tanto dalle donne italiane, quanto le une dalle altre, a causa delle mille sfaccettature derivanti dalla complessità dei percorsi migratori al femminile. La ricerca, a partire dall’esperienza dei processi migratori di donne straniere in Italia, rintraccia i legami retrospettivi della violenza che fanno da sfondo ad un progetto di emancipazione – tutto al femminile – di donne provenienti per la maggior parte dal terzo mondo.

UR - http://hdl.handle.net/10447/99135

M3 - Chapter

SN - 978-88-204-5873-7

SP - 96

EP - 133

BT - Violenza di prossimità. La vittima, il carnefice, lo spettatore e il "grande occhio".

ER -