LA PALMITOILETANOLAMIDE NEL DOLORE RADICOLARE DA ERNIA DISCALE LOMBARE IN SINERGIA AL TRATTAMENTO RIABILITATIVO

Sallì, M.; Palumbo, E.

Risultato della ricerca: Paper

Abstract

La palmitoiletanolamide (PEA) è un composto endogeno ad effetto cannabinergico ed è coinvolta nei meccanismi endogeni di protezione, messi in atto dall’organismo in risposta ai più svariati tipi di danno, come l'attivazione della reattività infiammatoria tissutale e delle vie nocicettive. I meccanismi alla base della sensibilizzazione centrale sono comuni sia nel caso di dolore infiammatorio che di dolore neuropatico. L’attivazione della flogosi tissutale induce i mastociti a rilasciare in stretta prossimità delle terminazioni somatosensoriali e/o all’interno dello spazio endoneurale mediatori proinfiammatori (bradichinina, PGE2, NGF, TNF-alpha, SP, Triptasi) in grado di attivare direttamente od indirettamente le fibre nervose. L'efficacia terapeutica della PEA è legata al controllo che esercita sulla degranulazione mastocitaria. Ci siamo proposti di valutare l’efficacia della PEA associata al trattamento riabilitativo in pazienti con lombosciatalgia o lombocruralgia cronica.
Lingua originaleItalian
Stato di pubblicazionePublished - 2017

Cita questo

@conference{f0c6bdde734a4ec7ad0918b5bba27ee9,
title = "LA PALMITOILETANOLAMIDE NEL DOLORE RADICOLARE DA ERNIA DISCALE LOMBARE IN SINERGIA AL TRATTAMENTO RIABILITATIVO",
abstract = "La palmitoiletanolamide (PEA) {\`e} un composto endogeno ad effetto cannabinergico ed {\`e} coinvolta nei meccanismi endogeni di protezione, messi in atto dall’organismo in risposta ai pi{\`u} svariati tipi di danno, come l'attivazione della reattivit{\`a} infiammatoria tissutale e delle vie nocicettive. I meccanismi alla base della sensibilizzazione centrale sono comuni sia nel caso di dolore infiammatorio che di dolore neuropatico. L’attivazione della flogosi tissutale induce i mastociti a rilasciare in stretta prossimit{\`a} delle terminazioni somatosensoriali e/o all’interno dello spazio endoneurale mediatori proinfiammatori (bradichinina, PGE2, NGF, TNF-alpha, SP, Triptasi) in grado di attivare direttamente od indirettamente le fibre nervose. L'efficacia terapeutica della PEA {\`e} legata al controllo che esercita sulla degranulazione mastocitaria. Ci siamo proposti di valutare l’efficacia della PEA associata al trattamento riabilitativo in pazienti con lombosciatalgia o lombocruralgia cronica.",
author = "{Sall{\`i}, M.; Palumbo, E.} and {Letizia Mauro}, Giulia and Chiara Asaro and {Li Causi}, Valentina and Salvatore Friscia",
year = "2017",
language = "Italian",

}

TY - CONF

T1 - LA PALMITOILETANOLAMIDE NEL DOLORE RADICOLARE DA ERNIA DISCALE LOMBARE IN SINERGIA AL TRATTAMENTO RIABILITATIVO

AU - Sallì, M.; Palumbo, E.

AU - Letizia Mauro, Giulia

AU - Asaro, Chiara

AU - Li Causi, Valentina

AU - Friscia, Salvatore

PY - 2017

Y1 - 2017

N2 - La palmitoiletanolamide (PEA) è un composto endogeno ad effetto cannabinergico ed è coinvolta nei meccanismi endogeni di protezione, messi in atto dall’organismo in risposta ai più svariati tipi di danno, come l'attivazione della reattività infiammatoria tissutale e delle vie nocicettive. I meccanismi alla base della sensibilizzazione centrale sono comuni sia nel caso di dolore infiammatorio che di dolore neuropatico. L’attivazione della flogosi tissutale induce i mastociti a rilasciare in stretta prossimità delle terminazioni somatosensoriali e/o all’interno dello spazio endoneurale mediatori proinfiammatori (bradichinina, PGE2, NGF, TNF-alpha, SP, Triptasi) in grado di attivare direttamente od indirettamente le fibre nervose. L'efficacia terapeutica della PEA è legata al controllo che esercita sulla degranulazione mastocitaria. Ci siamo proposti di valutare l’efficacia della PEA associata al trattamento riabilitativo in pazienti con lombosciatalgia o lombocruralgia cronica.

AB - La palmitoiletanolamide (PEA) è un composto endogeno ad effetto cannabinergico ed è coinvolta nei meccanismi endogeni di protezione, messi in atto dall’organismo in risposta ai più svariati tipi di danno, come l'attivazione della reattività infiammatoria tissutale e delle vie nocicettive. I meccanismi alla base della sensibilizzazione centrale sono comuni sia nel caso di dolore infiammatorio che di dolore neuropatico. L’attivazione della flogosi tissutale induce i mastociti a rilasciare in stretta prossimità delle terminazioni somatosensoriali e/o all’interno dello spazio endoneurale mediatori proinfiammatori (bradichinina, PGE2, NGF, TNF-alpha, SP, Triptasi) in grado di attivare direttamente od indirettamente le fibre nervose. L'efficacia terapeutica della PEA è legata al controllo che esercita sulla degranulazione mastocitaria. Ci siamo proposti di valutare l’efficacia della PEA associata al trattamento riabilitativo in pazienti con lombosciatalgia o lombocruralgia cronica.

UR - http://hdl.handle.net/10447/244198

M3 - Paper

ER -