La musica nell'età dei totalitarismi

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Il saggio espone un paradosso che avverte come cruciale per la storia della cultura del Novecento.Alla fine degli anni Venti in Europa, nella Mitteleuropa, il modernismo trionfava nella arti ma il suo progetto restava bloccato nel versante della realtà, celebrava una rivolzione a metà; nel paese della rivoluzione il modernismo veniva liquidato come antirivoluzionario.In occidente Schoenberg era considerato un bolscevico, in Urss invece un borghese decadente.
Lingua originaleUndefined/Unknown
Titolo della pubblicazione ospiteElogio della confusione. Scritti in onore di Giacinto Lentini
Pagine93-99
Stato di pubblicazionePublished - 2005

Cita questo

Violante, P. (2005). La musica nell'età dei totalitarismi. In Elogio della confusione. Scritti in onore di Giacinto Lentini (pagg. 93-99)