La misura dell’architettura

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Tra gli innumerevoli elementi che, dal punto di vista linguistico e strutturale, definiscono analogie tra architettura e musica c’è il concetto di misura che, certamente, può considerarsi un fondamento comune alle due discipline, dato che la misura ha una essenza numerico-matematica e, perciò, astratta. Questo concetto sta del resto alla base di ogni estetica poiché, attraverso la misura, aspetti quantitativi si trasfigurano in soluzioni di qualità e, viceversa, la qualità trova espressione nelle questioni di ordine quantitativo: la bellezza ritrova quindi una sua traducibilità attraverso la misura. Il saggio si sofferma sul valore attuale di misura nell’Architettura, provando a definirne il concetto, nel suo significato consolidato, così come emerge dalla storia, per delineare poi nuovi valori nel contesto della cultura architettonica contemporanea. Il saggio affronta il tema della ricerca della misura nella Composizione architettonica che ancora oggi rappresenta una via certa nella costruzione dello spazio, anche se il termine rimanda ormai a significati più estesi.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteComposizione Musica Architettura
Pagine24-37
Numero di pagine14
Stato di pubblicazionePublished - 2013

Serie di pubblicazioni

NomeMosaico

Cita questo

Margagliotta, A. (2013). La misura dell’architettura. In Composizione Musica Architettura (pagg. 24-37). (Mosaico).