La "messa alla prova" dopo il dictum della Consulta: indenne ma rivisitata e in attesa di nuove censure

Risultato della ricerca: Article

Abstract

Con la sentenza n. 91 del 2018, la Consulta ha avuto modo di offrire una rivisitazione "ad ampio spettro" dell'istituto della sospensione del procedimento con messa alla prova, affrontandone diversi aspetti fondamentali. La pronuncia - pur esprimendosi in termini di inammissibilità o di infondatezza delle questioni sollevate - può essere considerata un importante spartiacque nell'elaborazione ermeneutica della fattispecie, risolvendo alcuni problemi interpretativi e, al contempo, ponendone in luce di nuovi.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)89-115
Numero di pagine27
RivistaDIRITTO PENALE CONTEMPORANEO
Stato di pubblicazionePublished - 2019

Cita questo

@article{6c3cee1bba3945619247f89f83b6e84b,
title = "La {"}messa alla prova{"} dopo il dictum della Consulta: indenne ma rivisitata e in attesa di nuove censure",
abstract = "Con la sentenza n. 91 del 2018, la Consulta ha avuto modo di offrire una rivisitazione {"}ad ampio spettro{"} dell'istituto della sospensione del procedimento con messa alla prova, affrontandone diversi aspetti fondamentali. La pronuncia - pur esprimendosi in termini di inammissibilit{\`a} o di infondatezza delle questioni sollevate - pu{\`o} essere considerata un importante spartiacque nell'elaborazione ermeneutica della fattispecie, risolvendo alcuni problemi interpretativi e, al contempo, ponendone in luce di nuovi.",
keywords = "accesso al fascicolo del p.m., legittimit{\`a} costituzionale, messa alla prova, peculiarit{\`a} del rito",
author = "Lucia Parlato",
year = "2019",
language = "Italian",
pages = "89--115",
journal = "DIRITTO PENALE CONTEMPORANEO",
issn = "2240-7618",

}

TY - JOUR

T1 - La "messa alla prova" dopo il dictum della Consulta: indenne ma rivisitata e in attesa di nuove censure

AU - Parlato, Lucia

PY - 2019

Y1 - 2019

N2 - Con la sentenza n. 91 del 2018, la Consulta ha avuto modo di offrire una rivisitazione "ad ampio spettro" dell'istituto della sospensione del procedimento con messa alla prova, affrontandone diversi aspetti fondamentali. La pronuncia - pur esprimendosi in termini di inammissibilità o di infondatezza delle questioni sollevate - può essere considerata un importante spartiacque nell'elaborazione ermeneutica della fattispecie, risolvendo alcuni problemi interpretativi e, al contempo, ponendone in luce di nuovi.

AB - Con la sentenza n. 91 del 2018, la Consulta ha avuto modo di offrire una rivisitazione "ad ampio spettro" dell'istituto della sospensione del procedimento con messa alla prova, affrontandone diversi aspetti fondamentali. La pronuncia - pur esprimendosi in termini di inammissibilità o di infondatezza delle questioni sollevate - può essere considerata un importante spartiacque nell'elaborazione ermeneutica della fattispecie, risolvendo alcuni problemi interpretativi e, al contempo, ponendone in luce di nuovi.

KW - accesso al fascicolo del p.m.

KW - legittimità costituzionale

KW - messa alla prova

KW - peculiarità del rito

UR - http://hdl.handle.net/10447/323769

M3 - Article

SP - 89

EP - 115

JO - DIRITTO PENALE CONTEMPORANEO

JF - DIRITTO PENALE CONTEMPORANEO

SN - 2240-7618

ER -