La leggenda di Walthario e i distici «Vualtarius fortis» nel «Chronicon Novaliciense»

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

Nel libro II del «Chronicon Novaliciense» (sec. XI) l'anonimo cronista narra la vita e le imprese di Walthario, protagonista del poema epico post-carolingio «Waltahrius» (di cui l'autore del «Chronicon» cita parecchi passi), fattosi monaco presso il convento di Novalesa e ivi distintosi per forza e coraggio. Alla narrazione delle vicende di Walthario sono preposti quattro distici elegiaci (inc. Vualtarius fortis) composti, a quanto dice il cronista, da un "sapiens versicanorus". Dopo aver riassunto il racconto del «Chronicon Novaliciense» relativo a Walthario e aver analizzato i quattro distici in questione, si propone che essi rappresentino un "epitaffio" in lode dell'eroico monaco.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)76-85
Numero di pagine10
RivistaBOLLETTINO DI STUDI LATINI
Stato di pubblicazionePublished - 2010

Cita questo