La Geschichte Siziliens im Alterthum di Adolf Holm

Risultato della ricerca: Article

Abstract

La Geschichte Siciliens im Alterthum rappresenta sicuramente una delle opere più significative e fondamentali di tutta la produzione di Adolf Holm. Quando comparve il primo dei tre volumi, nel dicembre del 1869, essa non era certo la prima opera dedicata alla storia della Sicilia antica. La Geschichte Siciliens im Alterthum rappresentava però in un certo senso quasi uno spartiacque tra il lungo lavorio critico che l’aveva preceduta e una nuova epoca di studi, nuovi sia dal punto di vista metodologico sia dal punto di vista dell’approccio alle testimonianze. L’opera è anche la sintesi dei poliedrici interessi del suo autore, trattando di storia della civiltà, dell’arte e della storia politica dell’isola. Dalle pagine della Geschichte Siciliens im Alterthum scaturisce un’immagine a tutto tondo dell’Isola: la sua geografia, la sua topografia, la sua cultura, la sua architettura e, naturalmente, le sue vicende politiche talora esaltanti e talora tragiche. Va detto però che non sempre, o almeno, non tanto quanto si vorrebbe, vi compare la storia nel suo significato più alto. Talvolta lo studioso tedesco si è lasciato troppo dominare dalle fonti, non sempre essendo riuscito a sfruttare e ad elaborare i materiali raccolti. Nonostante i limiti, i tre volumi della Geschichte Siciliens im Alterthum rimangono ancora oggi una raccolta sufficientemente completa di quello che le fonti antiche riferiscono sulle vicende dell’Isola nell’Antichità. E da questi dati è possibile ancora oggi trarre linfa e spunti di riflessione per portare verso mete più lontane la conoscenza della storia della Sicilia antica.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)221-238
Numero di pagine18
RivistaKOKALOS
VolumeIL
Stato di pubblicazionePublished - 2008

Cita questo