La fuga in Egitto, la distruzione degli idoli, la conversione di Afrodisio (Rosvita, «Maria» 692-862)

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

In questo lavoro viene presentata una breve analisi dei vv. 692-862 di «Maria», il primo dei poemetti agiografici di Rosvita di Gandersheim, contenente la narrazione degli episodi relativi alla fuga in Egitto della Sacra Famiglia, alla distruzione degli idoli pagani all’arrivo di Maria, Giuseppe e Gesù nel tempio della città egiziana di Sotine, e alla repentina conversione di Afrodisio, governatore della stessa città. Il poemetto è ispirato al Vangelo dello Pseudo-Matteo, che Rosvita segue con notevole fedeltà, operando, in fondo, una vera e propria “versificazione” del modello. Nella seconda parte del testo vengono fornite alcune considerazioni sul tema della “conversione” nell’opera di Rosvita e su alcuni motivi agiografici rilevabili all’interno del poemetto analizzato.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)23-31
Numero di pagine9
RivistaMEDIAEVAL SOPHIA
Volume10
Stato di pubblicazionePublished - 2011

Cita questo