La disabilità e l'empowerment bi-professionale di assistente sociale e counselor in una prospettiva di Social Innovation

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

Il saggio pone agli estremi della riflessione il soggetto diversamenteabile da un lato e la Social Innovation come modello emergente del fare politica sociale. Analizza i due nuclei concettuali attraverso gli sviluppi procedurali che potrebbero determinarsi nell’integrazione professionale delle competenze proprie dell’assistente sociale e del counselor. La ricerca condotta attraverso le interviste semistrutturate a testimoni significativi che svolgono l’una o l’altra delle professioni esaminatepresso associazioni di Terzo settore della Sicilia occidentale, sisforza di individuare gli elementi di criticità a quelli che potenzierebberole reciproche competenze dei professioni sti in questione. Il disabile e la Social Innovation vi fanno da sfondo: l’uno come soggetto che le politiche sociali devono supportare nella fioritura delle proprie potenzialità; la Social Innovation come pratica volta all’empowerment integratodelle capabilities.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)93-103
Numero di pagine11
RivistaRASSEGNA DI SERVIZIO SOCIALE
Volume3/2013
Stato di pubblicazionePublished - 2013

Cita questo