La dimensione orientativa dell'insegnamento

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Il termine orientamento presenta un’accezione semantica molto ampia e per di più indica un processo che si diversifica nelle forme e nei modi a seconda dei destinatari, della materia e degli ambiti. L’ orientamento che è svolto nei centri educativi (scuola e formazione professionale) in favore degli alunni si differenzia dall’ orientamento rivolto agli adulti cioè a persone pienamente libere e responsabili dei propri atti; infatti, a differenza degli adulti, gli alunni devono essere aiutati a prendere delle decisioni impegnative per il loro futuro mentre stanno ancora acquisendo o consolidando la capacità di scelta morale libera. Data l’età dei destinatari degli interventi orientativi, si ritiene che il processo educativo e il processo orientativo nei centri educativi debbano procedere di pari passo sostenendo l’alunno nella formulazione libera e responsabile del proprio progetto personale di vita. La peculiarità dell’orientamento svolto nei centri educativi è data dal fatto che gli alunni “orientandi” sono anche “educandi”. In questa occasione il termine orientamento è usato nel senso di sostegno e guida da fornire agli alunni affinché formulino e inizino ad attuare un progetto personale di vita buona , che includa anche la futura vita professionale, scegliendo i percorsi formativi più idonei per la sua piena realizzazione.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteUna scuola che orienta
Pagine311-332
Numero di pagine22
Stato di pubblicazionePublished - 2014

Serie di pubblicazioni

NomeScuola di oggi

Cita questo

Zanniello, G. (2014). La dimensione orientativa dell'insegnamento. In Una scuola che orienta (pagg. 311-332). (Scuola di oggi).

La dimensione orientativa dell'insegnamento. / Zanniello, Giuseppe.

Una scuola che orienta. 2014. pag. 311-332 (Scuola di oggi).

Risultato della ricerca: Chapter

Zanniello, G 2014, La dimensione orientativa dell'insegnamento. in Una scuola che orienta. Scuola di oggi, pagg. 311-332.
Zanniello G. La dimensione orientativa dell'insegnamento. In Una scuola che orienta. 2014. pag. 311-332. (Scuola di oggi).
Zanniello, Giuseppe. / La dimensione orientativa dell'insegnamento. Una scuola che orienta. 2014. pagg. 311-332 (Scuola di oggi).
@inbook{96d80aa6234048048c426ad1167b1174,
title = "La dimensione orientativa dell'insegnamento",
abstract = "Il termine orientamento presenta un’accezione semantica molto ampia e per di pi{\`u} indica un processo che si diversifica nelle forme e nei modi a seconda dei destinatari, della materia e degli ambiti. L’ orientamento che {\`e} svolto nei centri educativi (scuola e formazione professionale) in favore degli alunni si differenzia dall’ orientamento rivolto agli adulti cio{\`e} a persone pienamente libere e responsabili dei propri atti; infatti, a differenza degli adulti, gli alunni devono essere aiutati a prendere delle decisioni impegnative per il loro futuro mentre stanno ancora acquisendo o consolidando la capacit{\`a} di scelta morale libera. Data l’et{\`a} dei destinatari degli interventi orientativi, si ritiene che il processo educativo e il processo orientativo nei centri educativi debbano procedere di pari passo sostenendo l’alunno nella formulazione libera e responsabile del proprio progetto personale di vita. La peculiarit{\`a} dell’orientamento svolto nei centri educativi {\`e} data dal fatto che gli alunni “orientandi” sono anche “educandi”. In questa occasione il termine orientamento {\`e} usato nel senso di sostegno e guida da fornire agli alunni affinch{\'e} formulino e inizino ad attuare un progetto personale di vita buona , che includa anche la futura vita professionale, scegliendo i percorsi formativi pi{\`u} idonei per la sua piena realizzazione.",
author = "Giuseppe Zanniello",
year = "2014",
language = "Italian",
isbn = "978-88-350-3925-9",
series = "Scuola di oggi",
pages = "311--332",
booktitle = "Una scuola che orienta",

}

TY - CHAP

T1 - La dimensione orientativa dell'insegnamento

AU - Zanniello, Giuseppe

PY - 2014

Y1 - 2014

N2 - Il termine orientamento presenta un’accezione semantica molto ampia e per di più indica un processo che si diversifica nelle forme e nei modi a seconda dei destinatari, della materia e degli ambiti. L’ orientamento che è svolto nei centri educativi (scuola e formazione professionale) in favore degli alunni si differenzia dall’ orientamento rivolto agli adulti cioè a persone pienamente libere e responsabili dei propri atti; infatti, a differenza degli adulti, gli alunni devono essere aiutati a prendere delle decisioni impegnative per il loro futuro mentre stanno ancora acquisendo o consolidando la capacità di scelta morale libera. Data l’età dei destinatari degli interventi orientativi, si ritiene che il processo educativo e il processo orientativo nei centri educativi debbano procedere di pari passo sostenendo l’alunno nella formulazione libera e responsabile del proprio progetto personale di vita. La peculiarità dell’orientamento svolto nei centri educativi è data dal fatto che gli alunni “orientandi” sono anche “educandi”. In questa occasione il termine orientamento è usato nel senso di sostegno e guida da fornire agli alunni affinché formulino e inizino ad attuare un progetto personale di vita buona , che includa anche la futura vita professionale, scegliendo i percorsi formativi più idonei per la sua piena realizzazione.

AB - Il termine orientamento presenta un’accezione semantica molto ampia e per di più indica un processo che si diversifica nelle forme e nei modi a seconda dei destinatari, della materia e degli ambiti. L’ orientamento che è svolto nei centri educativi (scuola e formazione professionale) in favore degli alunni si differenzia dall’ orientamento rivolto agli adulti cioè a persone pienamente libere e responsabili dei propri atti; infatti, a differenza degli adulti, gli alunni devono essere aiutati a prendere delle decisioni impegnative per il loro futuro mentre stanno ancora acquisendo o consolidando la capacità di scelta morale libera. Data l’età dei destinatari degli interventi orientativi, si ritiene che il processo educativo e il processo orientativo nei centri educativi debbano procedere di pari passo sostenendo l’alunno nella formulazione libera e responsabile del proprio progetto personale di vita. La peculiarità dell’orientamento svolto nei centri educativi è data dal fatto che gli alunni “orientandi” sono anche “educandi”. In questa occasione il termine orientamento è usato nel senso di sostegno e guida da fornire agli alunni affinché formulino e inizino ad attuare un progetto personale di vita buona , che includa anche la futura vita professionale, scegliendo i percorsi formativi più idonei per la sua piena realizzazione.

UR - http://hdl.handle.net/10447/98797

M3 - Chapter

SN - 978-88-350-3925-9

T3 - Scuola di oggi

SP - 311

EP - 332

BT - Una scuola che orienta

ER -