La destinazione dei beni confiscati alla luce delle recenti riforme

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Il saggio ripercorre l’evoluzione della complessa normativa che riguarda il procedimento di destinazione dei beni confiscati alla criminalità organizzata soffermandosi in particolare sulla recente istituzione dall’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, che dovrebbe rappresentare lo strumento organizzativo idoneo a superare i problemi che hanno finora caratterizzato la riconversione a finalità sociali dei beni illeciti sottratti alle mafie.Il contributo non si limita ad esaminare la specificità di questo modello procedimentale, alla luce anche degli istituti generali della l. n. 241 del 1990, ma affronta anche la delicata questione teorica della natura giuridica dei beni confiscati, che presenta notevoli ripercussioni sul regime giuridico di tali beni e sulle loro modalità di utilizzazione.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteScenari di mafia
Numero di pagine20
Stato di pubblicazionePublished - 2010

Cita questo