La "Descrittione di Piazza Vigliena" di Onofrio Paruta

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

I lavori di costruzione e di completamento dei Quattro Canti, avviati nel 1619, si conclusero appena in tempo per “coinvolgere” le quinte architettoniche nel sistema di apparati predisposti per la prima solenne processione delle reliquie di Santa Rosalia nel 1625; questi furono allestiti per conto della municipalità palermitana avvalendosi della sapiente consulenza di Francesco Paruta, illustre accademico e cultore di antiquaria, impegnato, già dalla fine del XVI secolo, in una vasta attività letteraria legata ad eventi celebrativi. A lui si deve, per questa particolare occasione, l’impalcatura erudita sottesa al progetto dell’arco trionfale del Senato, eretto al centro di piazza Villena, e la stesura del ragguaglio festivo da mandare alle stampe. All’interno di tale relazione si trova una lunga e circostanziata “descrittione” dell’Ottangolo, dove si dà spazio soprattutto all’esegesi del sistema allegorico predisposto dallo stesso Paruta, su cui fu elaborato il nuovo progetto per i Quattro Canti.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteI Quattro Canti di Palermo. Retorica e rappresentazione nella Sicilia del Seicento. 1608-2008
Pagine141-149
Numero di pagine9
Stato di pubblicazionePublished - 2011

Serie di pubblicazioni

NomeFRAMMENTI DI STORIA E ARCHITETTURA

Cita questo