«La Croce di Savoia» e il liberalismo siciliano nel regno di Sardegna. 1850-51”

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

L'articolo "La Croce di Savoia" e il liberalismo siciliano nel Regno di Sardegna: 1850-1851 ricostruisce l'esperienza editoriale del quotidiano che Francesco Ferrara fondò insieme a Emerico Amari e Vito D'Ondes Reggio nei primi anni del loro esilio dopo il fallimento della Rivoluzione del '48. Il giornale, che fu la voce dei liberali palermitani, intervenne vivacemente in tutti i principali dibattiti del Piemonte all'inizio della sua vita statutaria e divenne, anche se per breve tempo, protagonista nello scenario politico subalpino. La redazione si contraddistinse per la fiducia nel libero mercato, il sostegno alla realizzazione di un sistema politico rappresentativo, la richiesta di un ampio decentramento amministrativo e la propaganda dell'ideale federalista.Il saggio ripercorre, grazie a fonti d'archivio e carte inedite, le vicende umane e politiche della nascita e attività della testata, identifica gli autori dei numerosi pezzi pubblicati anonimi e approfondisce il contributo di idee che con i loro scritti gli intellettuali siciliani offrirono alla cultura del Risorgimento.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)733-765
Numero di pagine0
RivistaSOCIETÀ E STORIA
VolumeXXX
Stato di pubblicazionePublished - 2007

Cita questo