La convenzione internazionale sui diritti del fanciullo: diritto cosmopolita?

Risultato della ricerca: Other contribution

Abstract

L'autrice, Ana Paz Garibo porta l’attenzione sull’idea di accogliere le specifiche richieste di tutela provenienti da uomini e donne in considerazione delle peculiari condizioni in cui essi si trovino nel corso della loro vita, e non soltanto in quanto esseri umani astrattamente considerati. La Convenzione internazionale sui diritti del fanciullo ha rappresentato uno dei primi sforzi internazionali in questo senso, e l’autrice ne indaga il processo di approvazione e ratifica, denunciando le carenze sul piano di una effettiva tutela dei diritti dei bambini.
Lingua originaleItalian
Stato di pubblicazionePublished - 2009

Cita questo