La coltivazione dell'uva da tavola in fuori suolo: stato attuale e prospettive

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

L’applicazione della tipologia produttiva del fuori suolo nella viticoltura da tavola rappresenta oggi, a distanza di un decennio dall’inizio della sperimentazione condotta in Sicilia, una valida opportunità di diversificazione dei sistemi produttivi nel comparto della viticoltura da tavola. In Sicilia, tale tipologia si è sviluppata con la finalità di ottenere precocità di raccolta, di ampliare il calendario di offerta e di incrementare le produzioni per unità di superficie rispetto ai sistemi “tradizionali” in serra. Gli impianti di vite in fuori suolo realizzati in questi ultimi anni testimoniano un interesse sempre maggiore verso l’impiego di questa tipologia produttiva. L’attività di ricerca è oggi rivolta, inoltre, a verificare la possibilità di realizzare un ciclo produttivo in fuori suolo da luglio a novembre per ottimizzare le potenzialità offerte dall’ambiente “serra” e per offrire varietà a maturazione precoce, apprezzate dal consumatore, in epoca tardiva.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)33-44
Numero di pagine11
RivistaBULLETIN DE L'OIV
Volume82
Stato di pubblicazionePublished - 2009

Cita questo