Isolamento sismico di serbatoi di impianti chimici a Priolo Gargallo (SR)

Risultato della ricerca: Paper

Abstract

I serbatoi di stoccaggio degli impianti petrolchimici costituiscono una seria minaccia alla salvaguardia dell’ambiente, a causa delle conseguenze disastrose derivanti da un loro collasso, come messo in luce dai recenti eventi catastrofici. Pertanto, l’ENEA ed il GLIS hanno intrapreso un’intensa attività di ricerca e di informazione per sensibilizzare l’opinione pubblica su tali importanti pericoli. Tra le cause più frequenti di collasso si citano le azioni sismiche, particolarmente rilevanti in zone prossime a faglie attive, come risulta quella di Priolo Gargallo, in provincia di Siracusa, già sede di sismi distruttivi. I danni sono stati spesso ingigantiti dagli incendi sviluppatisi in seguito ai sismi. Pertanto, negli ultimi anni si sono realizzati numerosi interventi atti ad incrementare la sicurezza di tali strutture nei confronti delle azioni sismiche. Tra questi l’isolamento sismico costituisce una delle tecniche più efficaci per garantire adeguati margini di sicurezza. Nella presente nota si riferisce sugli interventi eseguiti a Priolo Gargallo (SR), ove sono stati adottati dispositivi di isolamento del tipo a pendolo ad attrito, in grado di resistere anche al calore che si potrebbe sviluppare in caso di incendi, premettendo alcune nozioni sull’isolamento sismico ed in particolare sul funzionamento del pendolo ad attrito.
Lingua originaleItalian
Stato di pubblicazionePublished - 2013

Cita questo

@conference{c488265c6fbf4cf7b6d0c60857bfc71c,
title = "Isolamento sismico di serbatoi di impianti chimici a Priolo Gargallo (SR)",
abstract = "I serbatoi di stoccaggio degli impianti petrolchimici costituiscono una seria minaccia alla salvaguardia dell’ambiente, a causa delle conseguenze disastrose derivanti da un loro collasso, come messo in luce dai recenti eventi catastrofici. Pertanto, l’ENEA ed il GLIS hanno intrapreso un’intensa attivit{\`a} di ricerca e di informazione per sensibilizzare l’opinione pubblica su tali importanti pericoli. Tra le cause pi{\`u} frequenti di collasso si citano le azioni sismiche, particolarmente rilevanti in zone prossime a faglie attive, come risulta quella di Priolo Gargallo, in provincia di Siracusa, gi{\`a} sede di sismi distruttivi. I danni sono stati spesso ingigantiti dagli incendi sviluppatisi in seguito ai sismi. Pertanto, negli ultimi anni si sono realizzati numerosi interventi atti ad incrementare la sicurezza di tali strutture nei confronti delle azioni sismiche. Tra questi l’isolamento sismico costituisce una delle tecniche pi{\`u} efficaci per garantire adeguati margini di sicurezza. Nella presente nota si riferisce sugli interventi eseguiti a Priolo Gargallo (SR), ove sono stati adottati dispositivi di isolamento del tipo a pendolo ad attrito, in grado di resistere anche al calore che si potrebbe sviluppare in caso di incendi, premettendo alcune nozioni sull’isolamento sismico ed in particolare sul funzionamento del pendolo ad attrito.",
author = "Nunzio Scibilia",
year = "2013",
language = "Italian",

}

TY - CONF

T1 - Isolamento sismico di serbatoi di impianti chimici a Priolo Gargallo (SR)

AU - Scibilia, Nunzio

PY - 2013

Y1 - 2013

N2 - I serbatoi di stoccaggio degli impianti petrolchimici costituiscono una seria minaccia alla salvaguardia dell’ambiente, a causa delle conseguenze disastrose derivanti da un loro collasso, come messo in luce dai recenti eventi catastrofici. Pertanto, l’ENEA ed il GLIS hanno intrapreso un’intensa attività di ricerca e di informazione per sensibilizzare l’opinione pubblica su tali importanti pericoli. Tra le cause più frequenti di collasso si citano le azioni sismiche, particolarmente rilevanti in zone prossime a faglie attive, come risulta quella di Priolo Gargallo, in provincia di Siracusa, già sede di sismi distruttivi. I danni sono stati spesso ingigantiti dagli incendi sviluppatisi in seguito ai sismi. Pertanto, negli ultimi anni si sono realizzati numerosi interventi atti ad incrementare la sicurezza di tali strutture nei confronti delle azioni sismiche. Tra questi l’isolamento sismico costituisce una delle tecniche più efficaci per garantire adeguati margini di sicurezza. Nella presente nota si riferisce sugli interventi eseguiti a Priolo Gargallo (SR), ove sono stati adottati dispositivi di isolamento del tipo a pendolo ad attrito, in grado di resistere anche al calore che si potrebbe sviluppare in caso di incendi, premettendo alcune nozioni sull’isolamento sismico ed in particolare sul funzionamento del pendolo ad attrito.

AB - I serbatoi di stoccaggio degli impianti petrolchimici costituiscono una seria minaccia alla salvaguardia dell’ambiente, a causa delle conseguenze disastrose derivanti da un loro collasso, come messo in luce dai recenti eventi catastrofici. Pertanto, l’ENEA ed il GLIS hanno intrapreso un’intensa attività di ricerca e di informazione per sensibilizzare l’opinione pubblica su tali importanti pericoli. Tra le cause più frequenti di collasso si citano le azioni sismiche, particolarmente rilevanti in zone prossime a faglie attive, come risulta quella di Priolo Gargallo, in provincia di Siracusa, già sede di sismi distruttivi. I danni sono stati spesso ingigantiti dagli incendi sviluppatisi in seguito ai sismi. Pertanto, negli ultimi anni si sono realizzati numerosi interventi atti ad incrementare la sicurezza di tali strutture nei confronti delle azioni sismiche. Tra questi l’isolamento sismico costituisce una delle tecniche più efficaci per garantire adeguati margini di sicurezza. Nella presente nota si riferisce sugli interventi eseguiti a Priolo Gargallo (SR), ove sono stati adottati dispositivi di isolamento del tipo a pendolo ad attrito, in grado di resistere anche al calore che si potrebbe sviluppare in caso di incendi, premettendo alcune nozioni sull’isolamento sismico ed in particolare sul funzionamento del pendolo ad attrito.

UR - http://hdl.handle.net/10447/78988

M3 - Paper

ER -