Ipotesi progettuale per il recupero ambientale di una ex discarica sita in c. da Palma, agro di Licata

Giuseppe Bonsangue

Risultato della ricerca: Book

Abstract

Il recupero ambientale delle discariche dismesse rappresenta un problema ambientale per la notevole complessità degli aspetti e per le rilevanti competenze richieste. E’ necessario, pertanto, negli interventi di rinaturalizzazione predisporre piani di risanamento mirati e sviluppati sulla base di accurate indagini.Per rinaturalizzazione o rinaturazione si intende quella serie di operazioni di recupero ambientale che, con interventi di bio-ingeneria e con la mitigazione degli impatti, favoriscono il reinstaurarsi di relazioni ecologiche in un’area fortemente degradata come quella in studio. Si tratta di ricreare un ambiente “ospitale” per la flora e per la fauna autoctona, favorendo l’integrazione dell’area con l’ambiente circostante. Le problematiche per il raggiungimento di tali obiettivi riguardano, principalmente, due fattori: lo stato fisico-chimico del substrato utile, la cui profondità è molto ridotta, e la presenza di flussi gassosi incontrollati. (Del Val et al, 1999; Tribis, 2000). Questi suoli inospitali consentono solamente lo sviluppo di una vegetazione ruderale e solo in rari casi possono favorirne l’evoluzione. Fino ad oggi i tentativi di rinaturalizzazione con specie legnose, hanno spesso previsto in genere l’aggiunta di suolo fertile in buca e/o di fertilizzazione chimica ed altre cure colturali con risultati variabili soprattutto in termini di sopravvivenza (Adversi e Monti, 1996; La Marca et al., 1998).Nel presente lavoro viene riportata una proposta progettuale per il recupero e la valorizzazione di una ex discarica inserita in un contesto ad alto valore ecologico al fine di innescare processi evolutivi.
Lingua originaleItalian
Numero di pagine10
Stato di pubblicazionePublished - 2006
Pubblicato esternamente

Cita questo