Ipotesi di rigenerazione urbana per l’adeguamento al Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile della città di Palermo La Stazione Notarbartolo

Risultato della ricerca: Article

Abstract

Il contributo è l’esito di uno studio, condotto presso il Dipartimento di Architettura della Scuola Politecnica dell’Università degli studi di Palermo, sul tema della trasformazione della città mediterranea e della definizione di un’ipotesi di rinnovamento urbano della città consolidata nell’ottica più ampia dell’adeguamento europeo alle istanze dei temi della salvaguardia ambientale e del Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile, redatto dagli enti aderenti al Patto dei Sindaci. Con tale patto la città di Palermo si impegna a ridurre del 20% le emissioni di C02 tramite un sistema coordinato di interventi che interessano diversi ambiti che vanno dalla riconfigurazione dei sistemi edilizi esistenti ad un maggiore sfruttamento del sistema di trasporto pubblico cittadino. Il campo di studio e di applicazione progettuale si è orientato verso aree del tessuto urbano in cui maggiormente si manifesta la necessità di relazione e integrazione tra manufatto architettonico e infrastruttura, in tale ottica l’area della Stazione Notarbartolo assume un grande interesse strategico in quanto ad essa convergono alcuni tra i più grandi snodi infrastrutturali della città.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)117-120
Numero di pagine4
RivistaURBANISTICA INFORMAZIONI
Volume263 Special Issue
Stato di pubblicazionePublished - 2015

Cita questo

@article{8d7d49984d4f4ee099699d681615f976,
title = "Ipotesi di rigenerazione urbana per l’adeguamento al Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile della citt{\`a} di Palermo La Stazione Notarbartolo",
abstract = "Il contributo {\`e} l’esito di uno studio, condotto presso il Dipartimento di Architettura della Scuola Politecnica dell’Universit{\`a} degli studi di Palermo, sul tema della trasformazione della citt{\`a} mediterranea e della definizione di un’ipotesi di rinnovamento urbano della citt{\`a} consolidata nell’ottica pi{\`u} ampia dell’adeguamento europeo alle istanze dei temi della salvaguardia ambientale e del Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile, redatto dagli enti aderenti al Patto dei Sindaci. Con tale patto la citt{\`a} di Palermo si impegna a ridurre del 20{\%} le emissioni di C02 tramite un sistema coordinato di interventi che interessano diversi ambiti che vanno dalla riconfigurazione dei sistemi edilizi esistenti ad un maggiore sfruttamento del sistema di trasporto pubblico cittadino. Il campo di studio e di applicazione progettuale si {\`e} orientato verso aree del tessuto urbano in cui maggiormente si manifesta la necessit{\`a} di relazione e integrazione tra manufatto architettonico e infrastruttura, in tale ottica l’area della Stazione Notarbartolo assume un grande interesse strategico in quanto ad essa convergono alcuni tra i pi{\`u} grandi snodi infrastrutturali della citt{\`a}.",
keywords = "rigenerazione urbana, energia sostenibile, riconfigurazione urbana, stazione Notarbartolo,",
author = "Firrone, {Tiziana Rosa Luciana}",
year = "2015",
language = "Italian",
volume = "263 Special Issue",
pages = "117--120",
journal = "URBANISTICA INFORMAZIONI",
issn = "0392-5005",

}

TY - JOUR

T1 - Ipotesi di rigenerazione urbana per l’adeguamento al Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile della città di Palermo La Stazione Notarbartolo

AU - Firrone, Tiziana Rosa Luciana

PY - 2015

Y1 - 2015

N2 - Il contributo è l’esito di uno studio, condotto presso il Dipartimento di Architettura della Scuola Politecnica dell’Università degli studi di Palermo, sul tema della trasformazione della città mediterranea e della definizione di un’ipotesi di rinnovamento urbano della città consolidata nell’ottica più ampia dell’adeguamento europeo alle istanze dei temi della salvaguardia ambientale e del Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile, redatto dagli enti aderenti al Patto dei Sindaci. Con tale patto la città di Palermo si impegna a ridurre del 20% le emissioni di C02 tramite un sistema coordinato di interventi che interessano diversi ambiti che vanno dalla riconfigurazione dei sistemi edilizi esistenti ad un maggiore sfruttamento del sistema di trasporto pubblico cittadino. Il campo di studio e di applicazione progettuale si è orientato verso aree del tessuto urbano in cui maggiormente si manifesta la necessità di relazione e integrazione tra manufatto architettonico e infrastruttura, in tale ottica l’area della Stazione Notarbartolo assume un grande interesse strategico in quanto ad essa convergono alcuni tra i più grandi snodi infrastrutturali della città.

AB - Il contributo è l’esito di uno studio, condotto presso il Dipartimento di Architettura della Scuola Politecnica dell’Università degli studi di Palermo, sul tema della trasformazione della città mediterranea e della definizione di un’ipotesi di rinnovamento urbano della città consolidata nell’ottica più ampia dell’adeguamento europeo alle istanze dei temi della salvaguardia ambientale e del Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile, redatto dagli enti aderenti al Patto dei Sindaci. Con tale patto la città di Palermo si impegna a ridurre del 20% le emissioni di C02 tramite un sistema coordinato di interventi che interessano diversi ambiti che vanno dalla riconfigurazione dei sistemi edilizi esistenti ad un maggiore sfruttamento del sistema di trasporto pubblico cittadino. Il campo di studio e di applicazione progettuale si è orientato verso aree del tessuto urbano in cui maggiormente si manifesta la necessità di relazione e integrazione tra manufatto architettonico e infrastruttura, in tale ottica l’area della Stazione Notarbartolo assume un grande interesse strategico in quanto ad essa convergono alcuni tra i più grandi snodi infrastrutturali della città.

KW - rigenerazione urbana, energia sostenibile, riconfigurazione urbana, stazione Notarbartolo,

UR - http://hdl.handle.net/10447/248604

M3 - Article

VL - 263 Special Issue

SP - 117

EP - 120

JO - URBANISTICA INFORMAZIONI

JF - URBANISTICA INFORMAZIONI

SN - 0392-5005

ER -