Investire nella carità. Mercanti e ospedali a Messina nel Trecento

Risultato della ricerca: Articlepeer review

1 Citazioni (Scopus)

Abstract

Il contributo si propone di ricostruire, pur tra tante difficoltà legate alla frammentarietà delle fonti disponibili e consapevoli della limitatezza dei casi presentati, la storia della fondazione di due piccoli ospedali - Sant’Angelo della Capperina e siri Angelo Grande - che prima della ristrutturazione tardo quattrocentesca costituirono pezzo significativo della storia assistenziale di Messina: ospedali sorti su iniziativa di uomini impegnati nella mercatura, che ad un certo punto della loro esistenza, in scenari diversi e con modalità differenti, si impegnarono nella realizzazione, promozione e gestione di una concreta opera di carità. Particolare attenzione viene data al contesto in cui agirono i promotori delle iniziative assistenziali, alle modalità con cui gli ospedali vennero fondati, alle pratiche economiche atte a procurare, accrescere, mantenere il patrimonio dei due enti caritativi.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)1-22
Numero di pagine22
RivistaRM RIVISTA
Volume17, 1 (2016)
Stato di pubblicazionePublished - 2016

All Science Journal Classification (ASJC) codes

  • ???subjectarea.asjc.1200.1202???

Cita questo