Introduzione all'edizione italiana

Gabriella D'Agostino, Magda Marcatti, Milena Gilestro, Francesca Gay, Lorenzo De Paoli, Concetta Conticello, Agostina Siniscalchi, Maria Teresa Petrucci, Sara Pezzatti, Rossella Ribolla, Massimo Offidani, Stefano Spada, Mattia D'Agostino, Luca Baldini, Tommasina Guglielmelli, Giovanni De Sabbata, Vittorio Montefusco, Barbara Gamberi, Roberto Ria, Nicola Di RenzoFrancesca Patriarca, Mario Boccadoro, Lucio Catalano, Luca Baldini, Rita Rizzi, Arnon Nagler, Antonio Palumbo

Risultato della ricerca: Foreword/postscript

2 Citazioni (Scopus)

Abstract

Introduzione a "Come il mondo ha cambiato i social media", il volume complessivo di comparazione dei risultati di un’ampia indagine etnografica, coordinata da Daniel Miller, dall’eloquente titolo Why we Post. Nove ricercatori, incluso Miller, hanno trascorso 15 mesi sul campo, in diversi paesi del mondo (Italia del sud, Turchia sudorientale, due siti in Cina, area rurale e area industriale, Trinidad, Inghilterra, India del sud, Cile settentrionale e Brasile) a osservare e studiare, con un approccio etnografico, i modi in cui le persone usano i social media. È un fatto indiscutibile che i social sono entrati nella nostra vita con prepotenza, in modo capillare, per certi aspetti invasivo. Con un linguaggio fluido, talvolta anche colloquiale, il lettore è condotto all’interno di un ambito che gli sembra di conoscere, se non altro perché ne siamo tutti, più o meno, utenti, scoprendo però quanto di valori, di comportamenti culturalmente codificati, di ‘polizia morale’ ci sia dentro i social media. L’approccio qui presentato parte infatti da un’idea un po’ diversa rispetto a quelle più diffuse, e avvalorata nel corso della ricerca: se è indubbio che i social media hanno cambiato il mondo, la questione più interessante riguarda però il modo in cui il mondo li ha cambiati.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteCome il mondo ha cambiato i social media
Pagine9-11
Numero di pagine3
Stato di pubblicazionePublished - 2018

All Science Journal Classification (ASJC) codes

  • Hematology
  • Oncology
  • Geriatrics and Gerontology

Cita questo

D'Agostino, G., Marcatti, M., Gilestro, M., Gay, F., De Paoli, L., Conticello, C., ... Palumbo, A. (2018). Introduzione all'edizione italiana. In Come il mondo ha cambiato i social media (pagg. 9-11)

Introduzione all'edizione italiana. / D'Agostino, Gabriella; Marcatti, Magda; Gilestro, Milena; Gay, Francesca; De Paoli, Lorenzo; Conticello, Concetta; Siniscalchi, Agostina; Petrucci, Maria Teresa; Pezzatti, Sara; Ribolla, Rossella; Offidani, Massimo; Spada, Stefano; D'Agostino, Mattia; Baldini, Luca; Guglielmelli, Tommasina; De Sabbata, Giovanni; Montefusco, Vittorio; Gamberi, Barbara; Ria, Roberto; Di Renzo, Nicola; Patriarca, Francesca; Boccadoro, Mario; Catalano, Lucio; Baldini, Luca; Rizzi, Rita; Nagler, Arnon; Palumbo, Antonio.

Come il mondo ha cambiato i social media. 2018. pag. 9-11.

Risultato della ricerca: Foreword/postscript

D'Agostino, G, Marcatti, M, Gilestro, M, Gay, F, De Paoli, L, Conticello, C, Siniscalchi, A, Petrucci, MT, Pezzatti, S, Ribolla, R, Offidani, M, Spada, S, D'Agostino, M, Baldini, L, Guglielmelli, T, De Sabbata, G, Montefusco, V, Gamberi, B, Ria, R, Di Renzo, N, Patriarca, F, Boccadoro, M, Catalano, L, Baldini, L, Rizzi, R, Nagler, A & Palumbo, A 2018, Introduzione all'edizione italiana. in Come il mondo ha cambiato i social media. pagg. 9-11.
D'Agostino G, Marcatti M, Gilestro M, Gay F, De Paoli L, Conticello C e altri. Introduzione all'edizione italiana. In Come il mondo ha cambiato i social media. 2018. pag. 9-11
D'Agostino, Gabriella ; Marcatti, Magda ; Gilestro, Milena ; Gay, Francesca ; De Paoli, Lorenzo ; Conticello, Concetta ; Siniscalchi, Agostina ; Petrucci, Maria Teresa ; Pezzatti, Sara ; Ribolla, Rossella ; Offidani, Massimo ; Spada, Stefano ; D'Agostino, Mattia ; Baldini, Luca ; Guglielmelli, Tommasina ; De Sabbata, Giovanni ; Montefusco, Vittorio ; Gamberi, Barbara ; Ria, Roberto ; Di Renzo, Nicola ; Patriarca, Francesca ; Boccadoro, Mario ; Catalano, Lucio ; Baldini, Luca ; Rizzi, Rita ; Nagler, Arnon ; Palumbo, Antonio. / Introduzione all'edizione italiana. Come il mondo ha cambiato i social media. 2018. pagg. 9-11
@inbook{d54ebbf837da4d949cdea95418fe1b76,
title = "Introduzione all'edizione italiana",
abstract = "Introduzione a {"}Come il mondo ha cambiato i social media{"}, il volume complessivo di comparazione dei risultati di un’ampia indagine etnografica, coordinata da Daniel Miller, dall’eloquente titolo Why we Post. Nove ricercatori, incluso Miller, hanno trascorso 15 mesi sul campo, in diversi paesi del mondo (Italia del sud, Turchia sudorientale, due siti in Cina, area rurale e area industriale, Trinidad, Inghilterra, India del sud, Cile settentrionale e Brasile) a osservare e studiare, con un approccio etnografico, i modi in cui le persone usano i social media. {\`E} un fatto indiscutibile che i social sono entrati nella nostra vita con prepotenza, in modo capillare, per certi aspetti invasivo. Con un linguaggio fluido, talvolta anche colloquiale, il lettore {\`e} condotto all’interno di un ambito che gli sembra di conoscere, se non altro perch{\'e} ne siamo tutti, pi{\`u} o meno, utenti, scoprendo per{\`o} quanto di valori, di comportamenti culturalmente codificati, di ‘polizia morale’ ci sia dentro i social media. L’approccio qui presentato parte infatti da un’idea un po’ diversa rispetto a quelle pi{\`u} diffuse, e avvalorata nel corso della ricerca: se {\`e} indubbio che i social media hanno cambiato il mondo, la questione pi{\`u} interessante riguarda per{\`o} il modo in cui il mondo li ha cambiati.",
author = "Gabriella D'Agostino and Magda Marcatti and Milena Gilestro and Francesca Gay and {De Paoli}, Lorenzo and Concetta Conticello and Agostina Siniscalchi and Petrucci, {Maria Teresa} and Sara Pezzatti and Rossella Ribolla and Massimo Offidani and Stefano Spada and Mattia D'Agostino and Luca Baldini and Tommasina Guglielmelli and {De Sabbata}, Giovanni and Vittorio Montefusco and Barbara Gamberi and Roberto Ria and {Di Renzo}, Nicola and Francesca Patriarca and Mario Boccadoro and Lucio Catalano and Luca Baldini and Rita Rizzi and Arnon Nagler and Antonio Palumbo",
year = "2018",
language = "Italian",
isbn = "9788867058235",
pages = "9--11",
booktitle = "Come il mondo ha cambiato i social media",

}

TY - CHAP

T1 - Introduzione all'edizione italiana

AU - D'Agostino, Gabriella

AU - Marcatti, Magda

AU - Gilestro, Milena

AU - Gay, Francesca

AU - De Paoli, Lorenzo

AU - Conticello, Concetta

AU - Siniscalchi, Agostina

AU - Petrucci, Maria Teresa

AU - Pezzatti, Sara

AU - Ribolla, Rossella

AU - Offidani, Massimo

AU - Spada, Stefano

AU - D'Agostino, Mattia

AU - Baldini, Luca

AU - Guglielmelli, Tommasina

AU - De Sabbata, Giovanni

AU - Montefusco, Vittorio

AU - Gamberi, Barbara

AU - Ria, Roberto

AU - Di Renzo, Nicola

AU - Patriarca, Francesca

AU - Boccadoro, Mario

AU - Catalano, Lucio

AU - Baldini, Luca

AU - Rizzi, Rita

AU - Nagler, Arnon

AU - Palumbo, Antonio

PY - 2018

Y1 - 2018

N2 - Introduzione a "Come il mondo ha cambiato i social media", il volume complessivo di comparazione dei risultati di un’ampia indagine etnografica, coordinata da Daniel Miller, dall’eloquente titolo Why we Post. Nove ricercatori, incluso Miller, hanno trascorso 15 mesi sul campo, in diversi paesi del mondo (Italia del sud, Turchia sudorientale, due siti in Cina, area rurale e area industriale, Trinidad, Inghilterra, India del sud, Cile settentrionale e Brasile) a osservare e studiare, con un approccio etnografico, i modi in cui le persone usano i social media. È un fatto indiscutibile che i social sono entrati nella nostra vita con prepotenza, in modo capillare, per certi aspetti invasivo. Con un linguaggio fluido, talvolta anche colloquiale, il lettore è condotto all’interno di un ambito che gli sembra di conoscere, se non altro perché ne siamo tutti, più o meno, utenti, scoprendo però quanto di valori, di comportamenti culturalmente codificati, di ‘polizia morale’ ci sia dentro i social media. L’approccio qui presentato parte infatti da un’idea un po’ diversa rispetto a quelle più diffuse, e avvalorata nel corso della ricerca: se è indubbio che i social media hanno cambiato il mondo, la questione più interessante riguarda però il modo in cui il mondo li ha cambiati.

AB - Introduzione a "Come il mondo ha cambiato i social media", il volume complessivo di comparazione dei risultati di un’ampia indagine etnografica, coordinata da Daniel Miller, dall’eloquente titolo Why we Post. Nove ricercatori, incluso Miller, hanno trascorso 15 mesi sul campo, in diversi paesi del mondo (Italia del sud, Turchia sudorientale, due siti in Cina, area rurale e area industriale, Trinidad, Inghilterra, India del sud, Cile settentrionale e Brasile) a osservare e studiare, con un approccio etnografico, i modi in cui le persone usano i social media. È un fatto indiscutibile che i social sono entrati nella nostra vita con prepotenza, in modo capillare, per certi aspetti invasivo. Con un linguaggio fluido, talvolta anche colloquiale, il lettore è condotto all’interno di un ambito che gli sembra di conoscere, se non altro perché ne siamo tutti, più o meno, utenti, scoprendo però quanto di valori, di comportamenti culturalmente codificati, di ‘polizia morale’ ci sia dentro i social media. L’approccio qui presentato parte infatti da un’idea un po’ diversa rispetto a quelle più diffuse, e avvalorata nel corso della ricerca: se è indubbio che i social media hanno cambiato il mondo, la questione più interessante riguarda però il modo in cui il mondo li ha cambiati.

UR - http://hdl.handle.net/10447/295578

M3 - Foreword/postscript

SN - 9788867058235

SP - 9

EP - 11

BT - Come il mondo ha cambiato i social media

ER -