Introduzione

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Il prologo al De re aedificatoria (di cui si propone una nuova traduzione con testo latino a fronte) presenta i concetti fondamentali dell’estetica architettonica di Leon Battista Alberti: il nuovo ruolo dell’architetto; l’importanza del disegno come operazione mentale; l’analogia dell’edificio con l’organismo vivente; il significato della bellezza intesa sia come valore estetico, in relazione all’ordine armonico della natura, sia come criterio etico-sociale, volto a regolare l’appropriatezza degli ornamenti rispetto alle varie tipologie costruttive. Questi temi, peraltro ampiamente commentati nell’introduzione anche attraverso opportune citazioni dai vari libri del trattato, mostrano l’emergere di un nuovo orizzonte epistemologico rispetto al paradigma vitruviano e confermano il ruolo “inaugurale” di Alberti per la moderna teoria dell’architettura.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospitePrologo al De re aedificatoria
Pagine9-56
Numero di pagine48
Stato di pubblicazionePublished - 2012

Cita questo

Di Stefano, E. (2012). Introduzione. In Prologo al De re aedificatoria (pagg. 9-56)

Introduzione. / Di Stefano, Elisabetta.

Prologo al De re aedificatoria. 2012. pag. 9-56.

Risultato della ricerca: Chapter

Di Stefano, E 2012, Introduzione. in Prologo al De re aedificatoria. pagg. 9-56.
Di Stefano E. Introduzione. In Prologo al De re aedificatoria. 2012. pag. 9-56
Di Stefano, Elisabetta. / Introduzione. Prologo al De re aedificatoria. 2012. pagg. 9-56
@inbook{7d95ac16a1bd43b1875f43d8d7873499,
title = "Introduzione",
abstract = "Il prologo al De re aedificatoria (di cui si propone una nuova traduzione con testo latino a fronte) presenta i concetti fondamentali dell’estetica architettonica di Leon Battista Alberti: il nuovo ruolo dell’architetto; l’importanza del disegno come operazione mentale; l’analogia dell’edificio con l’organismo vivente; il significato della bellezza intesa sia come valore estetico, in relazione all’ordine armonico della natura, sia come criterio etico-sociale, volto a regolare l’appropriatezza degli ornamenti rispetto alle varie tipologie costruttive. Questi temi, peraltro ampiamente commentati nell’introduzione anche attraverso opportune citazioni dai vari libri del trattato, mostrano l’emergere di un nuovo orizzonte epistemologico rispetto al paradigma vitruviano e confermano il ruolo “inaugurale” di Alberti per la moderna teoria dell’architettura.",
author = "{Di Stefano}, Elisabetta",
year = "2012",
language = "Italian",
isbn = "978-884673255-2",
pages = "9--56",
booktitle = "Prologo al De re aedificatoria",

}

TY - CHAP

T1 - Introduzione

AU - Di Stefano, Elisabetta

PY - 2012

Y1 - 2012

N2 - Il prologo al De re aedificatoria (di cui si propone una nuova traduzione con testo latino a fronte) presenta i concetti fondamentali dell’estetica architettonica di Leon Battista Alberti: il nuovo ruolo dell’architetto; l’importanza del disegno come operazione mentale; l’analogia dell’edificio con l’organismo vivente; il significato della bellezza intesa sia come valore estetico, in relazione all’ordine armonico della natura, sia come criterio etico-sociale, volto a regolare l’appropriatezza degli ornamenti rispetto alle varie tipologie costruttive. Questi temi, peraltro ampiamente commentati nell’introduzione anche attraverso opportune citazioni dai vari libri del trattato, mostrano l’emergere di un nuovo orizzonte epistemologico rispetto al paradigma vitruviano e confermano il ruolo “inaugurale” di Alberti per la moderna teoria dell’architettura.

AB - Il prologo al De re aedificatoria (di cui si propone una nuova traduzione con testo latino a fronte) presenta i concetti fondamentali dell’estetica architettonica di Leon Battista Alberti: il nuovo ruolo dell’architetto; l’importanza del disegno come operazione mentale; l’analogia dell’edificio con l’organismo vivente; il significato della bellezza intesa sia come valore estetico, in relazione all’ordine armonico della natura, sia come criterio etico-sociale, volto a regolare l’appropriatezza degli ornamenti rispetto alle varie tipologie costruttive. Questi temi, peraltro ampiamente commentati nell’introduzione anche attraverso opportune citazioni dai vari libri del trattato, mostrano l’emergere di un nuovo orizzonte epistemologico rispetto al paradigma vitruviano e confermano il ruolo “inaugurale” di Alberti per la moderna teoria dell’architettura.

UR - http://hdl.handle.net/10447/240425

M3 - Chapter

SN - 978-884673255-2

SP - 9

EP - 56

BT - Prologo al De re aedificatoria

ER -