Interpretazione e "crisi" delle fonti

Risultato della ricerca: Book

Abstract

L’ordine delle fonti del diritto è uno strumento essenziale per l’attività degli interpreti: determina quali materiali, e con quale ordine di priorità, dovranno essere utilizzati nel processo di applicazione del diritto. Mentre la modernità giuridica ci ha consegnato, quasi come una sua “mitologia”, l’aspirazione ad una razionalità verticale, gerarchica, nelle fonti del diritto, presieduta dalla legge, oggi i mutevoli rapporti di forza tra gli attori politici in una democrazia pluralista, il fluire incessante e incontrollabile delle relazioni di mercato nell’era della globalizzazione, il pluralismo e la complessità delle società contemporanee sembrano disgregare inesorabilmente l’ordine delle fonti del diritto. Così, alla tradizionale rappresentazione ordinata e monolitica del sistema delle fonti, compendiata nella familiare figura della piramide, si sostituiscono ora figure più complesse e disarmoniche, come la rete, l’arcipelago, o l’edificio barocco. Questo lavoro utilizza tale ultima rappresentazione, affatto dominante, del panorama delle fonti come punto di partenza per difendere l’idea che i rapporti tra le norme e le fonti all’interno di un ordinamento siano essenzialmente regolati da meccanismi di tipo gerarchico – l’idea, cioè, che abbia (ancora) senso parlare di gerarchia delle fonti del diritto e di gerarchia delle norme giuridiche. A condizione però di definire accuratamente la nozione rilevante di gerarchia normativa, depurandola da fuorvianti metafore di tipo “spaziale”, e di cogliere adeguatamente l’inesorabile componente interpretativa insita nell’attività di individuazione delle fonti e delle loro gerarchie.
Lingua originaleItalian
EditoreMuchhi
Numero di pagine81
ISBN (stampa)978-88-7000-626-1
Stato di pubblicazionePublished - 2014

Serie di pubblicazioni

NomePICCOLE CONFERENZE

Cita questo

Pino, G. (2014). Interpretazione e "crisi" delle fonti. (PICCOLE CONFERENZE). Muchhi.

Interpretazione e "crisi" delle fonti. / Pino, Giorgio.

Muchhi, 2014. 81 pag. (PICCOLE CONFERENZE).

Risultato della ricerca: Book

Pino, G 2014, Interpretazione e "crisi" delle fonti. PICCOLE CONFERENZE, Muchhi.
Pino G. Interpretazione e "crisi" delle fonti. Muchhi, 2014. 81 pag. (PICCOLE CONFERENZE).
Pino, Giorgio. / Interpretazione e "crisi" delle fonti. Muchhi, 2014. 81 pag. (PICCOLE CONFERENZE).
@book{8aeba1593a5f4f0abc34cbbbea3cb883,
title = "Interpretazione e {"}crisi{"} delle fonti",
abstract = "L’ordine delle fonti del diritto {\`e} uno strumento essenziale per l’attivit{\`a} degli interpreti: determina quali materiali, e con quale ordine di priorit{\`a}, dovranno essere utilizzati nel processo di applicazione del diritto. Mentre la modernit{\`a} giuridica ci ha consegnato, quasi come una sua “mitologia”, l’aspirazione ad una razionalit{\`a} verticale, gerarchica, nelle fonti del diritto, presieduta dalla legge, oggi i mutevoli rapporti di forza tra gli attori politici in una democrazia pluralista, il fluire incessante e incontrollabile delle relazioni di mercato nell’era della globalizzazione, il pluralismo e la complessit{\`a} delle societ{\`a} contemporanee sembrano disgregare inesorabilmente l’ordine delle fonti del diritto. Cos{\`i}, alla tradizionale rappresentazione ordinata e monolitica del sistema delle fonti, compendiata nella familiare figura della piramide, si sostituiscono ora figure pi{\`u} complesse e disarmoniche, come la rete, l’arcipelago, o l’edificio barocco. Questo lavoro utilizza tale ultima rappresentazione, affatto dominante, del panorama delle fonti come punto di partenza per difendere l’idea che i rapporti tra le norme e le fonti all’interno di un ordinamento siano essenzialmente regolati da meccanismi di tipo gerarchico – l’idea, cio{\`e}, che abbia (ancora) senso parlare di gerarchia delle fonti del diritto e di gerarchia delle norme giuridiche. A condizione per{\`o} di definire accuratamente la nozione rilevante di gerarchia normativa, depurandola da fuorvianti metafore di tipo “spaziale”, e di cogliere adeguatamente l’inesorabile componente interpretativa insita nell’attivit{\`a} di individuazione delle fonti e delle loro gerarchie.",
author = "Giorgio Pino",
year = "2014",
language = "Italian",
isbn = "978-88-7000-626-1",
series = "PICCOLE CONFERENZE",
publisher = "Muchhi",

}

TY - BOOK

T1 - Interpretazione e "crisi" delle fonti

AU - Pino, Giorgio

PY - 2014

Y1 - 2014

N2 - L’ordine delle fonti del diritto è uno strumento essenziale per l’attività degli interpreti: determina quali materiali, e con quale ordine di priorità, dovranno essere utilizzati nel processo di applicazione del diritto. Mentre la modernità giuridica ci ha consegnato, quasi come una sua “mitologia”, l’aspirazione ad una razionalità verticale, gerarchica, nelle fonti del diritto, presieduta dalla legge, oggi i mutevoli rapporti di forza tra gli attori politici in una democrazia pluralista, il fluire incessante e incontrollabile delle relazioni di mercato nell’era della globalizzazione, il pluralismo e la complessità delle società contemporanee sembrano disgregare inesorabilmente l’ordine delle fonti del diritto. Così, alla tradizionale rappresentazione ordinata e monolitica del sistema delle fonti, compendiata nella familiare figura della piramide, si sostituiscono ora figure più complesse e disarmoniche, come la rete, l’arcipelago, o l’edificio barocco. Questo lavoro utilizza tale ultima rappresentazione, affatto dominante, del panorama delle fonti come punto di partenza per difendere l’idea che i rapporti tra le norme e le fonti all’interno di un ordinamento siano essenzialmente regolati da meccanismi di tipo gerarchico – l’idea, cioè, che abbia (ancora) senso parlare di gerarchia delle fonti del diritto e di gerarchia delle norme giuridiche. A condizione però di definire accuratamente la nozione rilevante di gerarchia normativa, depurandola da fuorvianti metafore di tipo “spaziale”, e di cogliere adeguatamente l’inesorabile componente interpretativa insita nell’attività di individuazione delle fonti e delle loro gerarchie.

AB - L’ordine delle fonti del diritto è uno strumento essenziale per l’attività degli interpreti: determina quali materiali, e con quale ordine di priorità, dovranno essere utilizzati nel processo di applicazione del diritto. Mentre la modernità giuridica ci ha consegnato, quasi come una sua “mitologia”, l’aspirazione ad una razionalità verticale, gerarchica, nelle fonti del diritto, presieduta dalla legge, oggi i mutevoli rapporti di forza tra gli attori politici in una democrazia pluralista, il fluire incessante e incontrollabile delle relazioni di mercato nell’era della globalizzazione, il pluralismo e la complessità delle società contemporanee sembrano disgregare inesorabilmente l’ordine delle fonti del diritto. Così, alla tradizionale rappresentazione ordinata e monolitica del sistema delle fonti, compendiata nella familiare figura della piramide, si sostituiscono ora figure più complesse e disarmoniche, come la rete, l’arcipelago, o l’edificio barocco. Questo lavoro utilizza tale ultima rappresentazione, affatto dominante, del panorama delle fonti come punto di partenza per difendere l’idea che i rapporti tra le norme e le fonti all’interno di un ordinamento siano essenzialmente regolati da meccanismi di tipo gerarchico – l’idea, cioè, che abbia (ancora) senso parlare di gerarchia delle fonti del diritto e di gerarchia delle norme giuridiche. A condizione però di definire accuratamente la nozione rilevante di gerarchia normativa, depurandola da fuorvianti metafore di tipo “spaziale”, e di cogliere adeguatamente l’inesorabile componente interpretativa insita nell’attività di individuazione delle fonti e delle loro gerarchie.

UR - http://hdl.handle.net/10447/97010

UR - http://www.mucchieditore.it/index.php?page=shop.product_details&flypage=flypagenotforsale.tpl&product_id=1900&category_id=100&option=com_virtuemart&Itemid=4&lang=it

M3 - Book

SN - 978-88-7000-626-1

T3 - PICCOLE CONFERENZE

BT - Interpretazione e "crisi" delle fonti

PB - Muchhi

ER -