Innesti ossei in traumatologia sportiva

Angelo Iovane, Raffaello Sutera, Giuseppe Francavilla, Antonio Quattrocchi, Vito Triolo

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

In questo lavoro si è pensato di verificare se gli enormi progressi di cui si parla nell’ambito degli innesti ossei, della microchirurgia e dell’ingegneria tessutale esistano realmente e se dunque possano essere utilizzati nella traumatologia sportiva per ottenere una più rapida guarigione, ma soprattutto per ottenere nell’ambito delle riparazioni di lesioni ossee prima non trattabili un’accettabile consolidazione con una buona ripresa dell’attività fisicaIn questo trial vengono descritti brevemente i diversi tipi di innesti con relativi vantaggi e svantaggi, poi viene proposta un’analisi misurata sull’efficacia degli innesti in 9 pazienti sportivi affetti da lesioni con perdita di sostanza ossea e valutati dopo 3, 6 e 9 mesi dall’intervento.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)309-315
Numero di pagine7
RivistaMEDICINA DELLO SPORT
VolumeMedicina dello Sport 2011 Settembre;64(3):309-15
Stato di pubblicazionePublished - 2011

Cita questo