Inferni di ghiaccio: qualche nota sui "Kolymskie rasskazy" di V. T. Šalamov.

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

V. T. Šalamov sperimentò la crudeltà della regione siberiana della Kolyma, dove venne recluso come prigioniero politico per 17 anni. L'articolo mira a chiarire in tre suoi racconti dei "Kolymskie rasskazy"(Plotniki, Prokurator Iudei, Sentencija) come il clima gelido siberiano giochi un ruolo di rappresentazione metaforica e simbolica della assurda violenza dei Gulag stalinaiani. Inoltre lo scopo di questo saggio sta nel sottolineare come Šalamov in questi brevi racconti, prova e memoria di un enorme genocidio,impieghi per la sua scrittura artistica differenti aspetti del clima delle regioni siberiane come essenziali elementi per mostrare la capacità dell'uomo di reagire, scoprendo nella propria tragedia valori come la solidarietà umana e un'incrollabile speranza per la libertà.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)82-99
Numero di pagine17
RivistaLC RIVISTA ON-LINE DEL DIPARTIMENTO DI LETTERATURE E CULTURE EUROPEE.
Volume2
Stato di pubblicazionePublished - 2009

Cita questo