INDAGINI TEORICHE E SPERIMENTALI SU PARETI SISMICHE IN ACCIAIO

Lo Giudice, E

Risultato della ricerca: Paper

Abstract

La memoria riguarda il comportamento di pannelli sottili in acciaio utilizzati come pareti di controvento. Per tali sistemi sono previsti due tipi fondamentali di utilizzo: come elementi dissipativi e irrigidenti;come elementi irrigidenti. Il primo caso riguarda pannelli dotati di robusti irrigidimenti, tali da determinare lo snervamento delle lastre costituenti il pannello prima dell’insorgere di fenomeni di instabilità. Tale tipologia è stata utilizzata prevalentemente in Giappone. La tendenza ad adottare pannelli sottili, per i quali l’instabilità avviene in campo elastico, si è sviluppata prevalentemente negli USA ed in Canada, ove attraverso indagini sperimentali si è constatato il notevole contributo dovuto alle riserve in campo post critico dei pannelli. Anche i risultati sperimentali ottenuti dagli autori evidenziano le notevoli riserve di resistenza di tali pannelli in campo post-critico, cosicché oggi è ampliamente plausibile l’introduzione nel progetto di tali elementi strutturali soggetti ad instabilità per azioni sismiche modeste. Gli studi condotti dagli autori hanno riguardato il comportamento di tali pannelli sottili in acciaio sottoposti a forze orizzontali, sviluppando indagini teoriche e sperimentali. La sperimentazione effettuata conferma che in campo post-critico si attivano bande diagonali di trazione, rendendo le riserve di resistenza cospicue; tuttavia i modelli FEM, sviluppati in ambito non lineare, non consentono di riprodurre il comportamento del sistema nella fase iniziale del carico. Nella presente nota si riporta una sintesi delle indicazioni normative e dei risultati ottenuti dagli autori nelle precedenti esperienze, proponendo un chiave di lettura sintetica per prevedere il comportamento di tali sistemi.
Lingua originaleItalian
Stato di pubblicazionePublished - 2011

Cita questo

INDAGINI TEORICHE E SPERIMENTALI SU PARETI SISMICHE IN ACCIAIO. / Lo Giudice, E.

2011.

Risultato della ricerca: Paper

@conference{7d7ab369248b493fa4de0d6ccd77d2d4,
title = "INDAGINI TEORICHE E SPERIMENTALI SU PARETI SISMICHE IN ACCIAIO",
abstract = "La memoria riguarda il comportamento di pannelli sottili in acciaio utilizzati come pareti di controvento. Per tali sistemi sono previsti due tipi fondamentali di utilizzo: come elementi dissipativi e irrigidenti;come elementi irrigidenti. Il primo caso riguarda pannelli dotati di robusti irrigidimenti, tali da determinare lo snervamento delle lastre costituenti il pannello prima dell’insorgere di fenomeni di instabilit{\`a}. Tale tipologia {\`e} stata utilizzata prevalentemente in Giappone. La tendenza ad adottare pannelli sottili, per i quali l’instabilit{\`a} avviene in campo elastico, si {\`e} sviluppata prevalentemente negli USA ed in Canada, ove attraverso indagini sperimentali si {\`e} constatato il notevole contributo dovuto alle riserve in campo post critico dei pannelli. Anche i risultati sperimentali ottenuti dagli autori evidenziano le notevoli riserve di resistenza di tali pannelli in campo post-critico, cosicch{\'e} oggi {\`e} ampliamente plausibile l’introduzione nel progetto di tali elementi strutturali soggetti ad instabilit{\`a} per azioni sismiche modeste. Gli studi condotti dagli autori hanno riguardato il comportamento di tali pannelli sottili in acciaio sottoposti a forze orizzontali, sviluppando indagini teoriche e sperimentali. La sperimentazione effettuata conferma che in campo post-critico si attivano bande diagonali di trazione, rendendo le riserve di resistenza cospicue; tuttavia i modelli FEM, sviluppati in ambito non lineare, non consentono di riprodurre il comportamento del sistema nella fase iniziale del carico. Nella presente nota si riporta una sintesi delle indicazioni normative e dei risultati ottenuti dagli autori nelle precedenti esperienze, proponendo un chiave di lettura sintetica per prevedere il comportamento di tali sistemi.",
keywords = "PARETI SISMICHE IN ACCIAIO, INDAGINI SPERIMENTALI SU MODELLI IN SCALA; INTABILITA' DELLE LASTRE SOTTILI, COMPORTAMENTO POST CRITICO",
author = "{Lo Giudice, E} and Nunzio Scibilia and Marcello Cammarata",
year = "2011",
language = "Italian",

}

TY - CONF

T1 - INDAGINI TEORICHE E SPERIMENTALI SU PARETI SISMICHE IN ACCIAIO

AU - Lo Giudice, E

AU - Scibilia, Nunzio

AU - Cammarata, Marcello

PY - 2011

Y1 - 2011

N2 - La memoria riguarda il comportamento di pannelli sottili in acciaio utilizzati come pareti di controvento. Per tali sistemi sono previsti due tipi fondamentali di utilizzo: come elementi dissipativi e irrigidenti;come elementi irrigidenti. Il primo caso riguarda pannelli dotati di robusti irrigidimenti, tali da determinare lo snervamento delle lastre costituenti il pannello prima dell’insorgere di fenomeni di instabilità. Tale tipologia è stata utilizzata prevalentemente in Giappone. La tendenza ad adottare pannelli sottili, per i quali l’instabilità avviene in campo elastico, si è sviluppata prevalentemente negli USA ed in Canada, ove attraverso indagini sperimentali si è constatato il notevole contributo dovuto alle riserve in campo post critico dei pannelli. Anche i risultati sperimentali ottenuti dagli autori evidenziano le notevoli riserve di resistenza di tali pannelli in campo post-critico, cosicché oggi è ampliamente plausibile l’introduzione nel progetto di tali elementi strutturali soggetti ad instabilità per azioni sismiche modeste. Gli studi condotti dagli autori hanno riguardato il comportamento di tali pannelli sottili in acciaio sottoposti a forze orizzontali, sviluppando indagini teoriche e sperimentali. La sperimentazione effettuata conferma che in campo post-critico si attivano bande diagonali di trazione, rendendo le riserve di resistenza cospicue; tuttavia i modelli FEM, sviluppati in ambito non lineare, non consentono di riprodurre il comportamento del sistema nella fase iniziale del carico. Nella presente nota si riporta una sintesi delle indicazioni normative e dei risultati ottenuti dagli autori nelle precedenti esperienze, proponendo un chiave di lettura sintetica per prevedere il comportamento di tali sistemi.

AB - La memoria riguarda il comportamento di pannelli sottili in acciaio utilizzati come pareti di controvento. Per tali sistemi sono previsti due tipi fondamentali di utilizzo: come elementi dissipativi e irrigidenti;come elementi irrigidenti. Il primo caso riguarda pannelli dotati di robusti irrigidimenti, tali da determinare lo snervamento delle lastre costituenti il pannello prima dell’insorgere di fenomeni di instabilità. Tale tipologia è stata utilizzata prevalentemente in Giappone. La tendenza ad adottare pannelli sottili, per i quali l’instabilità avviene in campo elastico, si è sviluppata prevalentemente negli USA ed in Canada, ove attraverso indagini sperimentali si è constatato il notevole contributo dovuto alle riserve in campo post critico dei pannelli. Anche i risultati sperimentali ottenuti dagli autori evidenziano le notevoli riserve di resistenza di tali pannelli in campo post-critico, cosicché oggi è ampliamente plausibile l’introduzione nel progetto di tali elementi strutturali soggetti ad instabilità per azioni sismiche modeste. Gli studi condotti dagli autori hanno riguardato il comportamento di tali pannelli sottili in acciaio sottoposti a forze orizzontali, sviluppando indagini teoriche e sperimentali. La sperimentazione effettuata conferma che in campo post-critico si attivano bande diagonali di trazione, rendendo le riserve di resistenza cospicue; tuttavia i modelli FEM, sviluppati in ambito non lineare, non consentono di riprodurre il comportamento del sistema nella fase iniziale del carico. Nella presente nota si riporta una sintesi delle indicazioni normative e dei risultati ottenuti dagli autori nelle precedenti esperienze, proponendo un chiave di lettura sintetica per prevedere il comportamento di tali sistemi.

KW - PARETI SISMICHE IN ACCIAIO, INDAGINI SPERIMENTALI SU MODELLI IN SCALA; INTABILITA' DELLE LASTRE SOTTILI, COMPORTAMENTO POST CRITICO

UR - http://hdl.handle.net/10447/63669

M3 - Paper

ER -