Impiego di compost nella coltivazione in vaso di Rosmarinus officinalis L. e Capsicum annuum L.

Risultato della ricerca: Other

Abstract

Nel 2008, il Consorzio di ricerca Co.Ri.S.S.I.A., nell’ambito del progetto PRO.FLOR.MER., ha avviato, una ricerca per valutare l’idoneità di substrati contenenti quantità crescenti di compost, miscelate alle tradizionali torbe, per la coltivazione in vaso di una varietà di Capsicum annuum (var. Pisellino) e di un biotipo siciliano di Rosmarinus officinalis (S.Vito TP).La prova è stata condotta nel 2008, presso il Podere didattico-sperimentale “Orleans” dell’Università degli Studi di Palermo. Oltre a un substrato standard, costituito, in peso, per il 70% da torba e per il 30% da perlite, sono stati posti a confronto tre substrati contenenti in diverse percentuali compost (20, 30 e 50%), torba (50, 40 e 20%) e perlite (costante al 30%). Sui diversi substrati, a inizio e fine coltura, sono state effettuate le analisi chimico-fisiche, mentre sulle piante sono stati rilevati i dati morfometrici per l’attribuzione del valore ornamentale.L’impiego del compost ha influito positivamente sulle tre varietà di peperoncino, facendo ottenere, rispetto al substrato standard, piante più sviluppate e di buon valore ornamentale. Effetto opposto è stato riscontrato sui tre biotipi di rosmarino, con piante di basso valore ornamentale
Lingua originaleItalian
Pagine583-588
Numero di pagine6
Stato di pubblicazionePublished - 2010

Cita questo

@conference{5f2e81f8af4e48359c9c6e96a2709086,
title = "Impiego di compost nella coltivazione in vaso di Rosmarinus officinalis L. e Capsicum annuum L.",
abstract = "Nel 2008, il Consorzio di ricerca Co.Ri.S.S.I.A., nell’ambito del progetto PRO.FLOR.MER., ha avviato, una ricerca per valutare l’idoneit{\`a} di substrati contenenti quantit{\`a} crescenti di compost, miscelate alle tradizionali torbe, per la coltivazione in vaso di una variet{\`a} di Capsicum annuum (var. Pisellino) e di un biotipo siciliano di Rosmarinus officinalis (S.Vito TP).La prova {\`e} stata condotta nel 2008, presso il Podere didattico-sperimentale “Orleans” dell’Universit{\`a} degli Studi di Palermo. Oltre a un substrato standard, costituito, in peso, per il 70{\%} da torba e per il 30{\%} da perlite, sono stati posti a confronto tre substrati contenenti in diverse percentuali compost (20, 30 e 50{\%}), torba (50, 40 e 20{\%}) e perlite (costante al 30{\%}). Sui diversi substrati, a inizio e fine coltura, sono state effettuate le analisi chimico-fisiche, mentre sulle piante sono stati rilevati i dati morfometrici per l’attribuzione del valore ornamentale.L’impiego del compost ha influito positivamente sulle tre variet{\`a} di peperoncino, facendo ottenere, rispetto al substrato standard, piante pi{\`u} sviluppate e di buon valore ornamentale. Effetto opposto {\`e} stato riscontrato sui tre biotipi di rosmarino, con piante di basso valore ornamentale",
keywords = "colture in contenitore, substrati alternativi, torba",
author = "Teresa Tuttolomondo and Giuseppe Virga and Ignazio Cammalleri and {La Bella}, Salvatore",
year = "2010",
language = "Italian",
pages = "583--588",

}

TY - CONF

T1 - Impiego di compost nella coltivazione in vaso di Rosmarinus officinalis L. e Capsicum annuum L.

AU - Tuttolomondo, Teresa

AU - Virga, Giuseppe

AU - Cammalleri, Ignazio

AU - La Bella, Salvatore

PY - 2010

Y1 - 2010

N2 - Nel 2008, il Consorzio di ricerca Co.Ri.S.S.I.A., nell’ambito del progetto PRO.FLOR.MER., ha avviato, una ricerca per valutare l’idoneità di substrati contenenti quantità crescenti di compost, miscelate alle tradizionali torbe, per la coltivazione in vaso di una varietà di Capsicum annuum (var. Pisellino) e di un biotipo siciliano di Rosmarinus officinalis (S.Vito TP).La prova è stata condotta nel 2008, presso il Podere didattico-sperimentale “Orleans” dell’Università degli Studi di Palermo. Oltre a un substrato standard, costituito, in peso, per il 70% da torba e per il 30% da perlite, sono stati posti a confronto tre substrati contenenti in diverse percentuali compost (20, 30 e 50%), torba (50, 40 e 20%) e perlite (costante al 30%). Sui diversi substrati, a inizio e fine coltura, sono state effettuate le analisi chimico-fisiche, mentre sulle piante sono stati rilevati i dati morfometrici per l’attribuzione del valore ornamentale.L’impiego del compost ha influito positivamente sulle tre varietà di peperoncino, facendo ottenere, rispetto al substrato standard, piante più sviluppate e di buon valore ornamentale. Effetto opposto è stato riscontrato sui tre biotipi di rosmarino, con piante di basso valore ornamentale

AB - Nel 2008, il Consorzio di ricerca Co.Ri.S.S.I.A., nell’ambito del progetto PRO.FLOR.MER., ha avviato, una ricerca per valutare l’idoneità di substrati contenenti quantità crescenti di compost, miscelate alle tradizionali torbe, per la coltivazione in vaso di una varietà di Capsicum annuum (var. Pisellino) e di un biotipo siciliano di Rosmarinus officinalis (S.Vito TP).La prova è stata condotta nel 2008, presso il Podere didattico-sperimentale “Orleans” dell’Università degli Studi di Palermo. Oltre a un substrato standard, costituito, in peso, per il 70% da torba e per il 30% da perlite, sono stati posti a confronto tre substrati contenenti in diverse percentuali compost (20, 30 e 50%), torba (50, 40 e 20%) e perlite (costante al 30%). Sui diversi substrati, a inizio e fine coltura, sono state effettuate le analisi chimico-fisiche, mentre sulle piante sono stati rilevati i dati morfometrici per l’attribuzione del valore ornamentale.L’impiego del compost ha influito positivamente sulle tre varietà di peperoncino, facendo ottenere, rispetto al substrato standard, piante più sviluppate e di buon valore ornamentale. Effetto opposto è stato riscontrato sui tre biotipi di rosmarino, con piante di basso valore ornamentale

KW - colture in contenitore

KW - substrati alternativi

KW - torba

UR - http://hdl.handle.net/10447/57816

M3 - Other

SP - 583

EP - 588

ER -